L’altra metà dello Stabile Fight Team

Simone Stabile

Lo Stabile Fight Team è all’avanguardia,  con una sede centrale e varie filiali distaccate si colloca come punto di riferimento che divulga le discipline marziali, forma ragazzi, crea e perfeziona atleti agonisti. Il M. Filippo Stabile  nell’ambiente lo conoscono tutti e con la presenza di un suo ragazzo in UFC  probabilmente la sua fama sta uscendo dall’universo ristretto delle MMA italiane.

Una grande struttura, organizzata, una delle poche che possiamo mostrare con vanto al di fuori dei nostri confini. Per governarla non basta un uomo solo per quanto in gamba,  a parte la lezioni che vengono tenute dai vari istruttori c’è tutto un sottobosco di compiti da adempiere,  rapporti da mantenere ,  atleti da amministrare,  senza parlare del contatto con tutte le varie filiali.  Allo Stabile Fight Team sono fortunati perchè ad occuparsi di molte di queste mansioni è Simone Stabile, fratello di Filippo

Anche lui è un nome noto tra gli addetti ai lavori ma forse il pubblico casuale lo conosce di meno e non può apprezzare al meglio le sue capacità.  Lo abbiamo raggiunto per una chiaccherata a 360 gradi,  partendo da lui e dal suo Team per finire ai suoi atleti e al mondo delle MMA italiane. Ecco il resoconto:

13343086_1179531868757537_7666089960718908318_n.jpg

MMA ARENA: Ciao Simone grazie di essere qui

Stabile: Ciao,  grazie a voi

MMA ARENA: Raccontaci di te,  quando ti sei avvicinato alle arti marziali?  Sei atleta? Pratichi?

Stabile: Non sono atleta ma le arti marziali sono state una presenza costante nella mia vita. Ricordo quando Filippo praticava il BJJ ,  veniva a casa e provava le varie prese e posizioni su di me,  all’epoca lui doveva essere sulla ventina, calcola che io ne ho cinque di meno. Mi ricordo quando portava a casa le prime cassette di Vale Tudo e Free Fight e le guardavamo assieme.  Poi abbiamo preso le nostre strade ma quando ha aperto lo Stabile Fight Team ci sono stato da subito.

MMA ARENA: Puoi spiegarci a grandi linee quali sono le tue mansioni all’interno del Team?

Stabile: Sfruttando anche una certa capacità nell’uso del computer mi occupo della parte amministrativa e burocratica,  dei rapporti con promoter e federazioni e di trovare match per i nostri atleti. Diciamo che questi sono i principali compiti.

MMA ARENAPartiamo dall’ultimo che hai detto,  trovare match: sono curioso,  come funziona in pratica? Sei tu che chiami i promoters o loro chiamano voi? Per quelli esteri come fai?

Stabile: All’inizio ero io a cercare,  si trattava in primis di riuscire a contattarli,  poi convincerli della nostra serietà e capacità e quindi presentare gli atleti con una vera opera di scouting.  Ora siamo conosciuti ed è più semplice, i promoter ci contattano perchè sanno chi siamo, come lavoriamo e chi sono gli atleti

MMA ARENA: Curiosità,  ti ricordi ancora la prima volta che sei riuscito a mandare qualcuno dei tuoi a combattere?

Stabile: Si,  fu per una promotion svizzera,  la SMMAC:  mandammo Ambrosini. Madau e Vitali

13344537_1179533182090739_6957480289233829676_n.jpg

MMA ARENA: Altra curiosità,  capita spesso che per qualche motivo non si riesca ad organizzare?

Stabile: Capita si! In genere per questioni legate alla borsa, o magari perchè il promoter pone condizioni che non riteniamo giuste per i nostri atleti , tipo un catchweight forzato etc

MMA ARENA: E un’esperienza che ti è rimasta impressa per qualche motivo?

Stabile: Quando abbiamo portato Belluardo a combattere in FFC , fu un avventura

MMA ARENA: C’è qualche atleta con cui hai un legame di amicizia maggiore?

Stabile: Un atleta in particolare no,  ovviamente io passo molto tempo nella sede centrale e i rapporti maggiori li coltivo con gli atleti che si allenano li. Quando condividi tanto tempo sai tutto di loro, sogni e aspettative, e un legame si crea in maniera naturale

MMA ARENA: Ma tra i pro accettate chiunque o esiste una selezione? Voglio dire, se io fossi un pro e domani vi chiedo di entrare nel team mi accettate?

Stabile:Perchè no? Difficilmente respingiamo qualcuno ma ci sono dei parametri etici che sono imprescindibili. Abbiamo i nostri codici di comportamento interni che predicano umiltà,  impegno,  poche parole,  disciplina, rispetto. Regole che applichiamo a noi stessi e che sono un pò il nostro marchio,  e che chiediamo di rispettare agli atleti che vengono qui. Se uno la pensa diversamente amici come prima.  Ma non vale solo per i pro, vale per tutti.

MMA ARENA: Avete varie sedi ma sono tutte dislocate al nord,  pensate di poter un giorno espandervi verso il centro e il sud?

Stabile: Non è impossibile, molto sta nel trovare persone di cui ci possiamo fidare e che condividano quei principi di cui ti parlavo prima

MMA ARENA Voi insegnate tanti stili di lotta, come vanno le MMA?  Aumentano le richieste? Ristagnano? Sono in calo?

Stabile: Direi che crescono,  abbiamo un bel gruppo di ragazzini che si sono presentati dicendo “voglio imparare le MMA”,   solo qualche anno fa non avrebbero neppure saputo cosa sono.

MMA ARENA:  Ma a livello europeo come siamo messi?

Stabile: Male,  stiamo crescendo ma siamo ancora indietro e non di poco rispetto ai nostri vicini

MMA ARENA: Come mai secondo te?  Nelle arti marziali l’Italia ha sempre avuto una buona tradizione,  perchè in più di 20 anni abbiamo mandato solo 4 atleti al top,  cioè in UFC?

Stabile: Risposta complessa,  la prima cosa che mi viene in mente è che qui non siamo uniti.  Mi spiego con un esempio,  se vai in Croazia, a Zagabria,  hanno 2 grosse palestre: sarebbe la situazione giusta per una rivalità invece collaborano,  si mandano gli atleti che così arricchiscono il loro bagaglio tecnico. Qui è molto difficile che succeda una cosa simile, siamo ancora legati da logiche campaniliste, fatte di gelosie e ripicche. Ognuno pensa solo al suo orticello.  Gli atleti ci rimettono e si resta indietro.  Questo è uno dei motivi per cui privilegiamo i contatti con le promotion estere anche se pure qui ci sono eventi che ci piacciono e che cerchiamo di supportare. E’ stato così per il Venator, ma anche per realtà più piccole ma ben strutturate come il Luctor o il Colosseum

12342457_1066816560029069_5961622898434040467_n

MMA ARENA: Parliamo di qualcuno dei vostri,  il primo ovviamente è Marvin

Stabile: Marvin ha una dedizione al lavoro che lo ha portato fino al top. Ora ha questo match col brasiliano e sta facendo il camp in USA, sarà pronto.

MMA ARENA: Spiegaci un po come sono le dinamiche,  lui all’angolo ha Filippo e uno di Kings MMA,   chi da le direttive?

Stabile: Funziona così:  il gameplan lo studiano qui, poi con quello Marvin va in America e gli fanno fare il camp apposito per poterlo applicare. Durante il match quello che parla a Marvin è Filippo.

MMA ARENA: Andiamo avanti con gli atleti….Riccetti?  Quando rientra?

Stabile: Matteo è uno che ha voluto mettersi in gioco e si fa ore di macchina per venire qui ad allenarsi,  siamo contenti di averlo con noi.  A gennaio combatterà contro Tosatto in un evento che prevede match dilettanti validi come trials per i campionati italiani e match pro.

15542318_1373130329397689_7089069025027008408_n

MMA ARENA: La gente vuole vedere la rivincita con Cerilli…

Stabile:  Matteo ha un suo percorso da fare e lui lo sa,  quando sarà il momento penseremo anche a questo match

MMA ARENA: E se ti chiedo di Mara Borella? Si riesce a mandarla in una top promotion?

Stabile: Guarda, una cosa certa è che UFC  il suo nome lo ha, te lo garantisco. Ce l’hanno sulla scrivania, ora bisogna solo aspettare e prepararsi per quel momento. E’ un po nella stessa situazione in cui era Marvin qualche mese fa.

MMA ARENA: Dimmi una cosa, in linea generale come ci si comporta con un atleta che aspetta la chiamata importante?  Meglio combattere col rischio che se  perde le cose si possono compromettere o meglio tenerlo “protetto” e aspettare?

Stabile: Per me un atleta deve combattere!  E se è atleta di livello deve andare contro quelli forti. Star fermi non porta a nulla e ancor peggio è cercare di farsi un record fittizio con  avversari di comodo.  Non ci si migliora e anche se per miracolo si arriva in qualche promotion seria si dura poco. Il nostro compito è portare l’atleta al massimo livello possibile con le nozioni per poterci rimanere a lungo.

MMA ARENA:  Ancora un nome,  il vostro ultimo “acquisto”, Giovanni Mulas

Stabile: Umile, serio,  Mulas incarna alla perfezione quei principi di cui parlavamo e che identificano il nostro Team

MMA ARENATorniamo a te,  so che hai avuto anche un’esperienza come promoter

Stabile: Si,  abbiamo organizzato il Predator, io ho fatto il matchmaker, è stata una bella esperienza, ma estenuante

logoteam

MMA ARENA:  Come mai non avete continuato?

Stabile: Perchè amministrare un Team e fare i promoter allo stesso tempo è molto complicato,  ci siamo trovati a dover fare una scelta e il Team viene per primo

MMA ARENA: Ultima domanda:  progetti futuri?

Stabile:  Consolidarci ancora , le cose stanno andando bene ma la situazione economica generale in Italia non ci lascia tranquilli

MMA ARENA: Dai, siete al top in Italia, avete atleti top e uno in UFC  se avete problemi voi immagino gli altri

Stabile: Guarda, a livello di atleti pro non ci guadagnamo nulla a parte rari casi.  Con le borse che girano cosa gli possiamo chiedere a questi ragazzi?  Gli incassi ci vengono dalla palestra e dai corsi “normali”. Il vantaggio di avere i fighters  è più che altro  di immagine.

MMA ARENA: Quindi alla fine anche per voi che siete al top è la passione che muove tutto

Stabile: Certo, quella c’è sempre stata e ci sarà sempre

MMA ARENA: Grazie Simone, in bocca al lupo per tutto

Stabile: Grazie a voi,  ciao a tutti

Abbiamo fatto con Simone una lunga chiaccherata telefonica,  in lui abbiamo trovato la stessa qualità che avevamo riscontrato nel fratello Filippo: grande gentilezza e cortesia.  Ma non si riscontra solo in loro due,  penso a molti degli atleti con cui collaborano o ad altri membri del team come Amedovsky che abbiamo sentito pochi giorni fa.  E’ proprio un filo comune che si percepisce e che li lega tutti, il  cosiddetto marchio di fabbrica: umili, concreti e molto avanti come mentalità.  Spesso si parla delle MMA come dello sport del futuro,  ecco:  loro nel futuro ci stanno arrivando, ora speriamo che tutto il movimento gli vada dietro

J

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.