Romy Scuba: determinazione passione e professionalità

Non potevamo non considerare proprio oggi la donna più potente della MMA italiane Romy Scuba che da un anno gestisce gli impegni e organizza le attività di Sakara.

MMA ARENA: Ciao Romy e grazie per essere nuovamente con noi.
Raccontaci com’è nato il tuo interesse per le MMA. Da quanto tempo nutri questa passione?

Romy Scuba: Sin da bambina mi hanno sempre appassionato i film sulle storie di fighter, storie di combattenti veri nella vita e sul ring, con una forza e una determinazione fuori dal comune che sono stati d’ispirazione per affrontare la vita …tra i più famosi la serie del mitico Rocky..
Il mio interesse per le Arti Marziali Miste invece è iniziato circa 7/8 anni fa vedendo in TV alcuni incontri in gabbia.
Non conoscevo questo sport, ho iniziato a documentarmi fino a quando mi sono imbattuta in uno dei più grandi rappresentanti delle MMA italiane, Alessio Sakara, la sua vita mi ha ricordato la storia dei film che mi hanno sempre appassionato e ispirato. Sono diventata così una sua fans, ma ho avuto modo di apprezzare e conoscere l’uomo e l’atleta solo qualche anno fa quando ho seguito il mio compagno, suo allievo e istruttore, in un raduno dei Legio’s Team. È stata un’esperienza unica…

MMA ARENA: Descrivici una tua giornata tipo e in che cosa consiste il tuo lavoro.
Romy Scuba: La giornata è fatta di telefonate, email, messaggi, mi occupo delle relazioni esterne, organizzo i suoi appuntamenti, eventi, stage, seminari, corsi e da poco sto iniziando a seguire anche il management dei nostri atleti trovando gli incontri in promotion italiane ed estere.

MMA ARENA: In questo mondo quasi esclusivamente maschile, donne nella tua stessa posizione se ne vedono poche, anzi direi nessuna….. hai avuto difficoltà ad affermarti?

Romy Scuba: Sinceramente no. Per una serie di circostanze mi sono trovata a collaborare con Alessio dapprima organizzando qualche viaggio e poi assumendo sempre più responsabilità.

MMA ARENA: Quali sono i principali punti di forza che ti hanno permesso di arrivare fino qui?
Romy Scuba: Credo che in qualsiasi ambito lavorativo conta molto la professionalità, la determinazione e la passione in ciò che si fa….aggiungici poi un pò di caparbietà tipica del mio carattere.. 🙂

MMA ARENA: Riesci a conciliare la tua vita quotidiana con gli impegni lavorativi?
Romy Scuba: La mole di lavoro è davvero enorme ma noi Super Donne, abbiamo sempre delle risorse nascoste !!! 😉

MMA ARENA: Questo mondo è fatto anche di critiche più o meno costruttive, a cui devi far fronte, hai mai pensato di mollare tutto?
Romy Scuba: Sono sempre favorevole alle critiche purché costruttive…finora devo dire che non ho mai avuto screzi o discussioni con nessuno, non fa parte del mio modo di essere.
Mollare ???? Mai.. non è una parola che fa parte del mio vocabolario…

MMA ARENA: Ci puoi raccontare un accaduto che ti è rimasto particolarmente impresso da quando fai questo lavoro?
Romy Scuba: Come già detto seguo Alessio da qualche anno, il suo rientro in FCC, l’infortunio al bicipite, poi il chiacchierato match con Dib Akil, ma senza alcun dubbio il momento più emozionante è stato l’incontro contro Brian Rogers al Bellator di Torino…sapevamo che sarebbe stato un avversario tosto e temibile, ma Alessio è un uomo duro da abbattere fisicamente ed emotivamente….si è sempre rialzato, ed ogni volta è sempre più forte e determinato di prima.

MMA ARENA: Come sta andando la collaborazione fra i Legio’s e l’America Top Team?
Romy Scuba: Abbiamo iniziato già da qualche mese dei camp gratuiti per gli atleti Pro e Semi Pro di tutti i Legio’s Team, al momento abbiamo avviato 2 tappe una nella sede centrale di Roma ed una nel Nord Italia a breve avremo una tappa anche al Sud.
Tutto questo per cercare di migliorare i nostri atleti.

MMA ARENA: Come vedi il futuro delle MMA in Italia? ci stiamo muovendo nella giusta direzione o c’è ancora qualcosa da cambiare?
Romy Scuba: Sicuramente l’attuale situazione non porterà grandi risultati semplicemente perché ognuno (federazioni, matchmaker, scuole, atleti, etc) cerca di coltivare il proprio piccolo orticello, pensando che per far crescere il loro la soluzione migliore sia quella di gettare fango verso gli altri.
Troppe invidie, troppe chiacchiere e troppo poca collaborazione. Bisognerebbe al contrario unire le forze, le idee e le iniziative per far crescere e divulgare questo sport.

Grazie Romy Scuba per la collaborazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...