UFC 210: PREVIEW

Ciao a tutti dal vostro Sergio The Phoenix. Torna l’UFC e lo fa con l’evento in PPV numerato 210, incentrato sulla sfida per il titolo mondiale dei massimi leggeri fra il detentore Daniel DC Cormier e lo sfidante Anthony Rumble Johnson. Nel sottoclou sfida di alta quota nei pesi medi fra l’ex campione Weidman e il veterano Pride Mousasi.

Partiamo dal main event. E’ da un anno e mezzo che non viene disputato il campionato del mondo dei massimi leggeri, proprio dalla precedente sfida tra Cormier e Rumble, vinta da DC per sottomissione dopo aver rischiato nelle fasi iniziali sulle proverbiali bombe di Rumble. Nel frattempo l’ex campione Jon Jones era rientrato battendo ai punti Manuwa e guadagnandosi la possibilità di lottare per quel titolo che gli era stato tolto dalla UFC per vicende extra sportive, senza che lo avesse perso in gabbia. Veniva pertanto organizzata per UFC 200 l’attesissima sfida fra gli arci rivali Bones e DC, ma ancora una volta le intemperanze dell’ex campione gli costano la chance. A 2 giorni dal titolo, viene trovato positivo per un anti estrogeno e squalificato. L’appello di Jones all’USADA, basato su una linea difensiva che dichiarava che l’atleta avesse assunto una pillola per aumentare le prestazioni sessuali, ignaro del fatto che quel farmaco contenesse un anti estrogeno inserito nella lista delle sostanze proibite, si risolve con la condanna di Jones al massimo della pena prevista, ovvero un anno di squalifica. Ad UFC 200 Cormier affrontò la leggenda Anderson Silva, che accettò di combattere con 48 ore di preavviso, vincendo ai punti. Nel frattempo Rumble ha letteralmente spazzato via chiunque gli si sia stato messo davanti. Prima Manuwa per Ko dopo 28 secondi del secondo round, poi i top contender Bader e Texeira, in complessivi 90 SECONDI. Rumble è sicuramente lo striker più temibile della divisione massimi leggeri, ha mani incedibilmente pesanti, un high kick sinistro veloce e preciso, ed un livello di lotta molto alto che gli ha permesso di non essere portato a terra da gente come Phil Davis e Glover Teixeira. Purtroppo davanti a lui ha in assoluto il miglior lottatore dell’UFC, il due volte olimpionico DC, quindi dovrà fare affidamento sui colpi, l’allungo e il footwork per non essere portato a terra. Se DC arriva in clinch, lo porta giù, stabilizza la posizione e inizia il massacro con il ground and pound. Una delle caratteristihe migliori di Cormier è proprio il saper tenere la posizione a terra. A parte i suoi spettacolari takedown, una volta che si mette sopra, è un incubo per gli avversari. Nessuno, nei massimi leggeri o nella categoria superiore, si è rialzato una volta che DC aveva stabilizzato la posizione. Vediamo DC vincere nuovamente per tko o sottomissione dopo i primi due round, a meno che Rumble riesca a piazzare una bomba o a far valere l’allungo e l’età, che sono fattori che lo vedono favorito.

image.JPG

 

Il co main event, in un mondo normale, dovrebbe decretare un prossimo sfidante al titolo. Purtroppo però il titolo dei medi è diventato il titolo WWE, per cui se lo disputano vecchie glorie rientranti da tre anni di inattività contro gente che ha la cintura perchè la sicurezza dell’UFC non lascia avvicinare i legittimi contendenti Jacare e Romero. Weidman è stato campione del mondo, lo è diventato battendo due volte Anderson Silvae difendendo contro  Machida e Belfort. Lo ha perso in un belissimo match con Rockhold, a dicembre 2015, ed ha perso ancora, per tko, al rientro nel novembre scorso contro il cubano Romero. Per cui arriva da due sconfitte consecutive e non vince dal maggio 2015. Suo avversario sarà Gegard Mousasi, l’acchiappasogni.

39862FC000000578-3852282-image-a-52_1476895879362

A soli 31 anni, è un super veterano, che sabato sera disputerà il suo 50simo match da professionista nelle mma, un traguardo che raggiungono davvero in pochi, e a fine carriera, mentre lui è ancora giovane, ambizioso, e forte di questa immensa esperienza. In UFC non è mai stato campione, è stato battuto in modo convincente sia da Jacare che da Machida, oltre ad una sconfitta per colpo occasionale, subito vendicata, rimediata contro il sopravvalutato Uriah Hall. Gegard arriva da 4 vittorie consecutive, ed è accreditato dei favori del pronostico, ma non ha mai battuto qualcuno dell’elite UFC, elite alla quale sicuramente il miglior Weidman ha mostrato di appartenere, per cui se l’allievo di Matt SErra si presenterà nelle migliori condizioni mentali e fisiche, non vediamo perchè non dovrebbe ribaltare il pronostico. Weidman ai punti.

ufc 210co

Terzo match e torniamo nella divisione massimi leggeri, con Patrick Cummins opposto a Jan Blachowicz. Il fatto che questo match sia così in alto nella card conferma le voci per cui a parte main e co main non ci fosse molto da offrire in questa serata. Sono due atleti che al massimo ambiscono alla top ten, non certo al titolo. Cummins debuttò in UFC accettando un match con poco preavviso contro il suo ex amico e compagno d’allenamento Daniel Cormier, fece molto trash talking ma poi venne distrutto in un minuto. Attualmente arriva da due sconfitte, contro Teixeira e Minotouro Nogueira, e cerca di rilanciarsi. L’avversario ha debuttato battendo Latifi, poi ha perso da Corey Anderson e Manuwa, battuto Pokrajc e perso con Gustaffson. Proprio questo incontro, seppur perso, è stata la sua miglior prestazione A tratti se l’è giocata alla pari con il fortissimo svedese. Vediamo il polacco vincere ai punti.

ufc2103

 

A domani con quote e pronostici!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...