Maurice Smith

Smith entra nel mondo delle arti marziali miste all’età di 13 anni, dopo aver visto un film di Bruce Lee.

220px-FistofFuryHongKongposter
“Dalla Cina con furore”

Ha praticato karate, taekwondo e wing chun fino all’età di 18 anni, quando ha scoperto la kickboxing.

Dopo aver vinto sette incontri amatoriali di kickboxing, passa alla carriera professionistica: debutta nel 1982 contro il campione dei pesi mediomassimi Tony Morelli.

16+Morelli
Tony Morelli, scomparso due anni fa

Il canadese aveva avuto la meglio dopo sette round. Smith si rese conto che la sua sconfitta era dovuta alla sua mancanza di cardio, così si rimise a lavoro per migliorare questo aspetto: dopo poco più di un anno nel rematch contro Morelli vince per KO ottenendo così la cintura.

A seguito di una sconfitta contro Don “the Dragon” Wilson in un match non titolato, passa  ai pesi massimi vincendo il titolo World Kickboxing Association contro Travis Everett per KO.

A questo seguirono altri 14 incontri dai quali è uscito vincente fino al 1992, quando perde ai punti contro Peter Aerts e nuovamente nel 1993 per KO.

Partecipa al K1 Gran Prix ’93 con i sette migliori kickboxer mediomassimi e massimi del mondo: arriva in semifinale contro la futura leggenda di K1 Ernesto Hoost e perde per KO nell’ultimo round.

Il suo primo approccio con le regole miste del combattimento avviene nella promozione giapponese UWF Newborn nel 1989: affronta Minoru Suzuki vincendo per KO (pugni). L’evento fece il tutto esaurito battendo ogni record di ascolti.

Nel 1993 Smith debutta nella promozione giapponese di MMA Pancrase: qui mette a segno un record negativo di 3-4, sconfitto da atleti di gran rilievo come Bas Rutten (per due volte) e Ken Shamrock.

IMG_20170426_195603.jpg
Ken Shamrock e Bas Rutten

Con quest’ultimo strinse una forte amicizia tanto da insegnargli in maniera più approfondita le MMA.

Tra il 1996 e il 1997 milita anche nella Fighting Network Rings disputando tre match, tutti persi.

Negli stessi anni combatte nell’Extreme Fighting: nel primo incontro affronta Marcus “Conan” Silveira  (uno dei fondatori dell’American Top Team) e vince per TKO guadagnandosi l’Extreme Fighting Championship. Difenderà il titolo con successo contro Kazunari Murakami.

Debutta a UFC 14 contro il campione dei pesi massimi Mark Coleman:IMG_20170426_202140 Smith era considerato lo sfavorito del match, ma lascia tutti a bocca aperta vincendo, per decisione unanime, il titolo. Con questa vittoria diventa il primo il primo striker a resistere all’attacco di un wrestler come Coleman.

Ha difeso il titolo due volte: la prima contro David “Tank” Abbott vincendo per sottomissione; la seconda si è trovato di fronte la leggenda Randy Couture: perderà la cintura ai punti (per maggioranza).

Disputa altri otto incontri fino al 2000 per promozioni come Pride, World Ertaymash Federation e RINGS.

Rimane fuori dalla gabbia per ben sette anni e ritorna all’International Fight League in un rematch contro Marco Ruas: vincerà per TKO.

Nel 2008 a Strikeforce: At the Dome sconfigge il kickboxer Rick Roufus, che faceva il suo debutto nelle MMA, per sottomissione al primo round.

Disputa nel 2012 e nel 2013 gli ultimi due incontri della sua carriera di cui l’ultimo perso per decisione unanime.

È di pochi giorni fa la notizia del suo inserimento nella Hall of Fame dell’Ultimate Fighting Championship: guardando il suo record di 14-14 probabilmente non si direbbe, ma bisogna dargli merito per il contributo che ha dato alla crescita delle MMA.

I primi anni dell’UFC erano dominati da grapplers ma tutto questo è cambiato nel luglio del 1997 quando lo striker di Seattle appare sulla scena: l’arrivo dell’icona della kickboxing (53-13-5) ha cambiato i giochi sin dal primo momento in cui ha messo piede nell’ottagono di UFC 14. Un campione dimenticato, un atleta le cui tecniche continuano a influenzare le arti marziali miste oggi: Maurice Smith è un vero eroe combattente dell’UFC, il kickboxer che ha iniziato a combattere dopo essere stato ispirato da Bruce Lee, ora prende il posto che merita nell’UFC Hall of Fame.received_1693892520637509

Un abbraccio dalla vostra Xena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...