Gianmarco Gherla: le MMA, Venator, la SD nel match con Galbiati e il futuro

Abbiamo raggiunto Gianmarco Gherla 2 giorni dopo il match con Mattia Galbiati a Venator Fight Night. Il 25enne atleta del team GoodFellas ha gentilmente accettato di parlare con noi a 360 gradi dell’esperienza in Venator FC.

MMA ARENA: Gianmarco Gherla , come hai iniziato negli sport da combattimento e quale è stato il tuo percorso fino ad arrivare in Venator?                                                                                 

Gherla: “Ho iniziato MMA dopo averne sentito parlare da un amico mentre ero a Londra per lavoro nel 2011, ero spesso nervoso per diversi motivi in quel periodo e una volta andai a provare. Sono una persona migliore e molto più tranquilla quando esco dall’allenamento. Sono rientrato in Italia subito dopo, la mia esperienza di lavoro era terminata. Ma da lì non ho più smesso, ho continuato a Bologna e oggi mi alleno con il Team Goodfellas presso il Club Altletico Bologna. I miei allenatori sono Lorenzo Spoto(Lotta), Ramon Cavallina ( BJJ) e Andrea Mazzacurati ( Striking) Le discipline che pratico di più sono appunto la Lotta libera, la boxe e il grappling. Partecipo costantemente ai campionati nazionali e alla coppa italia di Lotta libera.
Ho debuttato da PRO a Venator 1, esattamente 1 anno fa oggi
Da lì ho combattuto un match a 77 kg allo SLAM FC , dove ho perso, era un match che non dovevo fare per diversi motivi ( oltre alla categoria di peso troppo pesante per me), ma da lì in poi con il TEAM GOODFELLAS ho trovato la mia serenità e mi sono preparato al VENICE COMBAT EVENT vincendo , poi il match con Galbiati”

MMA ARENA: Quali differenze hai visto, nel trattamento dei fighter, fra Venator e altre promotion / federazioni?                                                                                                         Gherla: Venator è una promotion unica su tutti i fronti: matchmaking calibrati e mai facili, ospitalità ottima in hotel, controlli sulla salute severi, simpatia, professionalità, un ambiente molto sereno dove ci si può rilassare e pensare solo al match”

MMA ARENA: Come hai preparato il match con Galbiati?                                           Gherla: “Sapevo che Galbiati era un osso duro, e che voleva portarmi a terra, pur senza disdegnare gli scambi in piedi.
Il fatto è che tutti mi considerano uno striker quando in realtà la mia base principale è il wrestling.
Forse perché mi piace molto scambiare in piedi a viso aperto😂 e passo la maggior parte del match in piedi”                            

MMA ARENA: Veniamo al match. Nel primo round stavi facendo un lavoro straordinario con il diretto destro, sfruttando benissimo il vantaggio di allungo. Poi dal secondo hai cambiato portando montanti e ganci destri, faceva parte del game Plan? Tornando indietro useresti maggiormente i colpi dritti?                                                                          

Gherla: “Mi piace usare molto la combinazione 1-2.
Avevo molto allungo rispetto al mio avversario e io e gli allenatori sapevamo che i montanti gli avrebbero fatto passare la voglia di provare spesso a portarmi a terra.
Ho cominciato a usarli sempre di più perché ho visto che erano efficaci, non ero mai riuscito ad usarli in un match prima di oggi.

 

Probabilmente potevo usarli senza privarmi dei dritti.”gherlarighthand
 

 MMA ARENA: Il tuo match è stato l’unico finito ai punti, ti è stato dato verdetto di sconfitta per SD, un giudice ti ha visto vincere,due giudici hanno dato un punto di vantaggio al tuo avversario. Come giudichi la tua prestazione e il verdetto ?                                                  

Gherla: “Mi ha portato a terra due volte, è stato molto bravo Mattia, anche perché scarica molto bene i colpi a terra, ma ho difeso davvero molti takedown
In base al nuovo regolamento,in teoria, i tentativi di sottomissione dovrebbero contare molto di più e io ho provato due armlock su quei due takedown mentre ero schiena a terra. Questa è la mia unica polemica. Per il  resto è stato un gran match, il mio avversario è stato un osso duro, gli faccio i complimenti
Sono molto più contento della mia ultima prestazione rispetto a quando ho vinto al VCE, ma è stato un training camp con qualche momento difficile per me a livello psicologico per altri motivi , mi serviva davvero tanto questa vittoria.
Peccato!”

MMA ARENA: Vuoi una rivincita immediata o guardi avanti ad altri impegni?                                          

Gherla: “Non penso ad una rivincita con Mattia, siamo già a posto così direi😂. Al massimo ci alleneremo insieme, penso che per il mio percorso serva andare avanti e incontrare altri avversario”

MMA ARENA: C’è qualcosa che vuoi dire?                                                                                                            

Gherla: “Ringrazio  tutto il mio team e chi mi ha supportato , i miei amici e la mia fidanzata, che fa i salti mortali per sopportare i miei ritmi di lavoro/allenamento. Ringrazio anche MMA ARENA che mi ha dato la possibilità di esprimermi.”
Siamo noi a ringraziarti, ti facciamo i complimenti per la sportività dentro e fuori dalla gabbia e ti auguriamo il meglio per il prosieguo della tua carriera da professionista. 

 

Le foto sono di Fabio Barbieri, si ringrazia l’autore e Venator FC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...