Fabrizio Trotta espulso e privato del titolo AFSO

Amici di MMA ARENA da quando il nostro piccolo blog è nato abbiamo sempre cercato di aiutare fighter e promoter a far crescere insieme il nostro amato sport. Di solito non puntiamo il dito e le nostre critiche vengono sempre fatte in maniera sincera e non per ingraziarci qualcuno (sfido chiunque a dimostrare con i fatti il contrario). Stavolta però il dito dobbiamo puntarlo eccome e lo puntiamo su un atleta che nell’ultimo anno, con i suoi comportamenti assolutamente non professionali, ha fatto saltare sistematicamente ogni match che lo vedeva in card rovinando il lavoro degli organizzatori e mostrando assoluta mancanza di rispetto verso i fighters che avrebbero dovuto affrontarlo. Stiamo parlando di Fabrizio Trotta.

Abruzzese, ex pugile pro passato alle MMA (dopo una squalifica di 5 anni subita dalla FPI e dal CONI) l’ultima volta che lo si è visto nella gabbia è stato a SLAM ARMAGEDDON quando venne sconfitto alla prima ripresa da Ashely Rosi, da allora una serie di match annunciati e poi regolarmente saltati in modo bizzarro e sempre senza avvisare ma semplicemente non presentandosi alla gara. Forse il culmine lo ha raggiunto quando riuscì a farsi inserire contemporaneamente nella card di due eventi lo stesso giorno in due città diverse e, nel dubbio, decise di non presentarsi a nessuna delle due manifestazioni. Il mese scorso a Colosseum invece si presentò ma fuori peso e senza certificato medico obbligando gli organizzatori ad annullare il combattimento. Incredibilmente gli organizzatori continuano a chiamarlo e sabato avrebbe dovuto partecipare all’evento Apocalypse per affrontare Enzo Iezzi in un match titolato ma senza alcuna spiegazione o avviso ancora non si presenta facendo saltare uno dei match principali della card.

Questa la dichiarazione ufficiale della federazione di Luigi Greci.

Comunicato ufficiale AFSO-Europe / AFSO Italy
REVOCA DEL TITOLO EUROPEO AFSO MMA cat 66Kg a FABRIZIO TROTTA E relativa ESPULSIONE.

A seguito della grave mancanza di serietà e chiaro comportamento antisportivo avuto dal sig. Fabrizio Trotta, il quale, senza nessun tipo di comunicazione o giustificazione, riteneva opportuno non presentarsi al match in programma in zona Ercolano, in data 11 giugno 2017, organizzato dal promoter Sergio Pesce, sotto la sigla AFSO ITALY, contro il Fighter Enzo Iezzi, si decide, sentito anche il parere del World Pro President (and WTKA Germany), Alessandro Sorce, di:
ESPELLERE IL sig. Fabrizio Trotta da AFSO, revoca inoltre il TITOLO EUROPEO di MMA cat -66 KG (reso ora vacante), non già perché non difeso da oltre 25 mesi ma per i fatti sopradescritti, chiederemo inoltre, in sede di omologa internazionale, la convalida del match in oggetto, causa ritiro, in quanto non comunicato, infatti si è proceduto, tramite una crews arbitrale mista, AFSO e WTKA a chiamare alla gabbia il Trotta seguendo tutte le procedure come da regolamento internazionale e come documentato dai video che porteremo, dando quindi la vittoria a Iezzi e la sconfitta a Trotta.
Visto il totale sprezzo delle regole, della serietà e del rispetto verso la Federazione, che verso lo staff organizzativo, il pubblico, il promoter e in ultimo verso il suo avversario, che ha speso tempo, soldi e sacrifici per rientrare nel peso per affrontare il combattimento, CHIEDIAMO A TUTTI I PROMOTER ITALIANI di tener presente l’accaduto.
Grazie a tutti per la collaborazione.

Luigi Greci
AFSO European President
AFSO ITALY President
IKSA INTERNATIONAL World President
WTKA Resp.MMA Centro Italia

Se vogliamo che il movimento cresca questi personaggi non vanno più chiamati o, se lo si fa, si rischia di veder saltare match e stravolgere la card che notoriamente già è difficile far quadrare. Il Sig. Trotta non è l’unico a comportarsi in maniera scorretta, poche settimane fa al PNFC il main event saltò perchè uno dei due fighter non trovava gli spogliatoi all’altezza del suo livello di fighter (!!!) e se ne andò senza spiegazioni.. salvo ricomparire la settimana dopo in un’altra card. Stessa cosa a Pisa con il Ludus Magnus.. anche qui i desaparesidos sono stati ingaggiati e hanno dato forfait a due settimane dall’evento ricomparendo poi in altre card.

QUESTO NON E’ PROFESSIONALE.

Se si vuole essere trattati da professionisti bisogna essere professionisti, firmare contratti e rispettare tutte le clausole. Speriamo che i promoter inizino a tutelarsi mettendo delle penali e facendo firmare i contratti con un pò di anticipo per salvaguardare la card e gli atleti opposti a questi personaggi poco seri.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.