Rudis Fc – Buona la Prima

 Amici di MMA ARENA, domenica scorsa si è svolta a Roma la prima edizione di Rudis Fc, un nuovo evento ( di cui noi siamo orgogliosamente partner) che mira ad fornire un palco di rilievo a tutti i fighter semipro e dilettanti che vogliono mettersi in luce. La particolarità del Rudis è che è davvero un torneo open , ovvero un torneo a cui chiunque può iscriversi al netto di vincoli federali o altre limitazioni, la parola d’ordine è infatti collaborazione con tutti i team e gli atleti che hanno voglia di darsi da fare per far crescere il nostro movimento!! Come spesso accade la sfortuna ci ha messo lo zampino rendendo la copilazione della fight card finale una vera impresa a causa dei soliti ritiri dell’ultimo minuto e infortuni vari, ciliegina sulla torta un contrattempo lavorativo mi ha impedito di essere materialmente presente all’evento con enorme dispiacere ma grazie al nostro amico Vittorio Marotta ( che non ha bisogno di presentazioni) abbiamo ugualmente il nostro reportage!!

  Fa molto caldo. Quando arriviamo al rudis per il peso dei semi pro, io ed l’ atleta del team Naresuan Oleg Kokaya, fa talmente caldo che bisogna aspettare prima di far iniziare i match dei dilettanti. Si perché si aspetta almeno che passi, e magari si fermi per un po, qualche nuvola sopra la gabbia per raffreddarla almeno parzialmente. È cocente, sembra si stia per squagliare da un momento all’ altro. Ha preso talmente tanto calore che si cerca con l’acqua di raffreddare il canvas.

 

19550962_10213042016076197_329399669_n.jpg

Oleg kokaya record semi pro 8-0

La gabbia è all’aperto e giganteggia su una location veramente bella e particolate. Non conoscevo Mondo Fitness e devo dire che è un centro (open air) per tutti e dove lo sport fa da padrone. Insomma location eccellente, (anche perché i palazzetti in effetti stufano dopo un pò), invece nonostante il gran caldo questa soluzione all’ aperto pare ispirare e piacere a tutti. I match a contatto leggero scaldano il pomeriggio oltre al sole comunque onnipresente. Scorrono via veloci. Si passa al contatto pieno, prima un torneo con caschetto e paratibie e poi è il momento dei semi pro. Molti match nella card per i semi pro che difatti preparano il pubblico ai professionisti introducendo i neofiti spettatori ed i semplici appassionati al clima di rispetto e adrenalinica azione che poi sarà ancora più evidente nei match dei pro. Nel frattempo, tra i numerosi Match, ho il tempo di salutare tutti gli amici che arrivano piano piano nel pomeriggio all’ avvicinarsi della sera e della card pro (dilaniata dai vari forfait dell’ ultima ora). Tutte persone che hanno contribuito in maniera eccellente alla crescita delle mma italiane. Tra i semi pro si è distinto di gran lunga il neo nato team del White Lotus Dojo guidato, tra i vari, da Riccardo Carfagna (ex Hung Mun) che ha guidato un gruppo di semi pro di grandissima fattura e soprattutto con doti tecniche e spettacolari eccellenti. Un plauso però a tutti i semi pro, che hanno dato vita a match puliti e coinvolgenti ma soprattutto mai noiosi o che potevano sembrare inadeguati. Ma questo è stato merito anche dell’ oculato match making messo su dai fratelli Pezzulo del legio’s team di Capua, complimenti perché non era facile visto l’ alto numero di match creare tutti scontri molto equilibrati

19489716_10213042103158374_1502072361_n.jpg

I fratelli Pezzullo e Mr Gallo organizzatore del Centurions di Malta

Ci sono state alcune critiche verso il tavolo della giuria (gli arbitri invece, il già famoso Andrea Bruni e Michele Narciso Sono stati fantastici ed impeccabili, ottimo lavoro ragazzi!) ma a conti fatti hanno applicato alla grande il nuovo e più recente regolamento con l’introduzione di nuovi metodi di giudizio. Da parte mia solo un paio di dubbi sul match finale dei semi pro, ma anche se ci fosse stato un errore nel giudizio parliamo di uno su più di 20 match. Passiamo ai pro. È sera ormai e il caldo ha fatto posto ad un clima più mite e piacevole.

Carletti vs Iannece 70kg 1°round: Carletti parte fortissimo: mani veloci e precise che entrano da subito a bersaglio. Continua con scambi veloci e feroce gnp dopo aver piazzato una proiezione. Iannece si difende bene schiena a terra appena riesce a ricomporsi e chiamare la guardia. Si rialza e anche in piedi inizia a gestire lui il match con un Carletti adesso sempre in controllo dell’ ottagono ma piu attendista. Carletti però trova il pugno giusto dopo una serie di ottime schivate e ricomincia con la sua aggressività. Iannece eroicamente resiste e riesce anche a girare a parete Carletti e a portarlo a terra. Troppi pochi secondi però perché suona la campana. 10-9 2°round Iannece è rimasto in piedi nel primo round in maniera eroica, ma ha preso veramente molti colpi. Inizia il secondo round ma lui non rientra nel match. Vince Carletti per abbandono.

Simone D’ Anna vs Enzo Iezzi 66kg 1°round D’Anna fa vedere subito ottime cose: buon destro di incontro, controllo poi a parete, schiena, takedown, backmount bella solida, un paio di pugni e via di Mata leao. Match a senso unico con grandissima partecipazione del pubblico.
Simone d Anna è stato premiato anche con il contratto per il Centurion (meritatamente)
Filippo Fagiolo vs Gianmarco Romeo 70kg 1°round Stratosferico primo round. Sarebbe difficile assegnarlo a uno dei due. Da subito Romeo cerca la lotta e la trova portando a terra Filippo che si difende alla grande resistendo a ben 3 leve alle gambe e prendendo a sua volta la monta. 2° round Seconda ripresa in cui Romeo proietta di nuovo Fagiolo che stavolta non si difende come il primo round. Cerca un arm triangle ma non lo trova, passa in monta nella quale rimane per tutta la durata del match, Filippo resiste più che può ma alla fine l’arbitro ferma.
19531905_10213042054757164_1639607804_o.jpg
GianMarco Romeo e il suo team
Considerazioni finali: l’evento è stato tutto sommato più che buono e nonostante sembrasse in ritardissimo i tempi sono stati recuperati e tutto sommato si è quasi rispettata la tabella di marcia e questo è un grandissimo punto a favore perché chi, come me, conosce i tempi medi degli eventi italiani non è una cosa scontata la puntualità. Arbitri e giudici, come ho già detto, promossi. Location ottima che non ha avuto una grandissima risposta di pubblico ma quello che c era è stato molto partecipe e ha fatto sentire tutto il suo calore. Annunciatrice promossa anche lei, poiché è stata discreta e non ha cercato inutili protagonismi, come invece spesso accade. Il service di audio e luci anche è stato una nota positiva, nulla di esagerato ma neanche scarso, il giusto. A volte si sottovaluta la difficoltà di trovare la misura giusta delle cose negli eventi, a volte si tenta sempre di farli sembrare più grandi di quanto non sono quando non ce ne è assolutamente bisogno. La nota dolente è stata la gabbia. Mi dispiace ma ritengo che in un evento che comunque vuole avere un futuro o che comunque ha puntato sulla qualità creando una serata unicamente di MMA la gabbia deve essere necessariamente quella regolare, con 2 entrare e 9×9 mq.
Anche perché parliamo di professionisti che magari si allenano proprio in gabbie regolamentari e trovarsi in una più piccola durante il match può essergli fatale. La cosa più bella di tutte però è vedere le vere mma italiane. Il rudis ha riunito team da tutt’ Italia e persone che hanno contribuito a lungo alla crescita di questo sport e vederle tutte insieme nella serata che poi ha anche coronato uno dei nostri portabandiera nel mondo (Vettori) è stata davvero una bella cornice per questo movimenti che sta crescendo alla grande, e non solo in evidenti numero ma anche nella qualità dei suoi prodotti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...