Colosseum V raccontato da chi l’ha creato.

Oggi vi vogliamo proporre quello che l’organizzatore Gianmario Mereu ha dichiarato in vista del tanto atteso evento Colosseum V, del 29 luglio. Da non perdere!

MMA ARENA: Ciao Gianmario. Intanto ti ringraziamo in anticipo per la tua disponibilità. Tu sei l’ideatore e il creatore del Colosseum FC, evento ormai tra i più noti in Italia, raccontaci un pò quali sono le ambizioni future del CFC?

Mereu: “Buongiorno e grazie a voi per l’ interesse dimostrato al nostro lavoro.
Stiamo cercando di dare, in Sardegna, una struttura ad uno sport che prima era disorganizzato, le MMA.
Siamo partiti 4 anni fa con i galà pro, ma ci siamo resi conto che non bastava.
Abbiamo creato il C.F.C per dare più continuità alla stagione agonistica.
Creando dei fight pass mensili ed itineranti per la Sardegna, abbiamo sviluppano vari fenomeni.
Il primo è la pubblicità per le stesse mma, la gente inizia a vederle, capirle e di conseguenza amarle.
La seconda é dare possibilità agli amateur di fare tanti match da dilettanti.
Sviluppando esperienza nella gabbia, nel giro di poco tempo, la Sardegna può ambire nel creare atleti seri e competitivi da piazzare negli eventi e nelle promotion che contano.
Terzo è pubblicizzare le stesse MMA, far crescere il numero delle palestre “serie”, far crescere il numero dei praticanti ed iniziare ad avere promoter, arbitri e cutman autoctoni.
Tutto questo sta iniziando a prendere forma.
Per fare questo è stato necessario all’inizio guardarsi un po’ intorno per capire con chi si poteva iniziare ad intraprendere questa lunga e travagliata esperienza.”

MMA ARENA: Tanti sono i nomi che sono venuti fuori dal CFC, prendiamo ad esempio Mara Romero Borella (che tra l’altro approfittiamo per complimentarci con lei per la sua vittoria al debutto nella prestigiosa Invicta FC), chi sono i nomi (se ci sono) degli atleti passati e futuri del CFC che secondo te andrebbero tenuti sott’occhio?

Mereu: “Siamo all’ alba di un progetto e la strada da percorrere è lunga.
Se vogliamo avere atleti prestigiosi, dobbiamo noi tecnici, togliere il naso fuori dall’isola ed approfondire le nostre conoscenze .
Ciò nonostante ci sono già delle realtà giovani, ma che si stanno facendo conoscere nelle Mma che contano.
Abbiamo Alessio Ibba che migliora dopo ogni match, abbiamo Silvano Pais che anche se giovanissimo, ha già maturato, un sacco di esperienza da pro, abbiamo Davide Martinez che può già mettere ansia a qualche avversario quotato.
Lo scopo è quello di usare i galà per creare realtà nuove.
Con il nostro budget limitato per ora, non possiamo ambire ad avere nomi prestigiosi esteri e forse momentaneamente, neanche ci interessa.
La mia idea è un po’ contro corrente, utilizzare il Colosseum F.C. per mettere in luce gli atleti e non il contrario.
Se poi qualcuno fa il salto, vedi il caso Mara, a noi ci rimane la soddisfazione di aver creduto in quell’ atleta, prima sconosciuto e avergli dato una mano per esprimere le proprie potenzialità.”

 

MMA ARENA: Quali sono i match di quest’anno che secondo te merita particolare attenzione?

Mereu: “Ci sono tanti match che sto aspettando con impazienza.
Il primo è sicuramente quello tra Ibba e Panzetta, due ragazzi molto giovani ma con le mani “pesanti”. Sono sicuro che non deluderanno le aspettative.
Il secondo è sicuramente Spallita contro Martinez.
Davide con questo match avrà la possibilità di dimostrare a tutti la sua reale potenzialità e poi mi interessa rivedere all’ opera Pais che, nonostante i suoi continui miglioramenti dimostrati, ha difficoltà ad essere concreto e portare a casa il risultato.
Vi posso assicurare che tutti i match sono equilibrati e ci sarà un susseguirsi di battaglie esaltanti.”

MMA ARENA: Sappiamo che tu sei anche l’head coach del team Bad Boys di Sassari, come vivi le vesti di promoter e coach nello stesso evento?

Mereu: “È già un delirio fare il promoter.
Durante la serata tra incognite e colpi di scena, uno si deve costruire uno stomaco d’ acciaio, se in più hai dei “bimbi” che devono combattere, lascio a voi pensare, come mi possa vivere la serata.
Comunque è una cosa che ho voluto fortemente e mi trascorro gli eventi con passione ed entusiasmo.
L’ adrenalina che accumulo mi dura per almeno un mese.”

MMA ARENA: Lavori da solo oppure hai dei collaboratori / coach che fanno parte del tuo team.

Mereu: “Parlare di collaboratori è sempre un tasto dolente.
Non è facile amalgamare diverse figure all’ interno di un team.
All’ inizio, tratto in errore dal nome( Mixed Martial art), avevo tecnici di varie discipline, ma il risultato era il “caos”totale.
Ho dovuto investire soldi e “comprare” esperienza che io non avevo, portando in palestra coach che reputavo validi e preparati e che potevano finalmente, chiarirmi le idee.

Il risultato sembra funzioni, do a tutti la mia esperienza e quando questa non basta, mi avvalgo di professionisti per il lavoro specifico.
Tra l’altro , da quando la mia palestra è diventata una filiare Roger Gracie, ho la possibilità di fare esperienze estere interessanti.
Sono uno che impara in fretta.”

Grazie ancora per la tua disponibilità e noi Saremo presenti il 29 Luglio nella fantastica Sardegna.
A breve pubblicheremo anche le interviste di alcuni atleti.
Stay Tun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...