MMA ARENA NEWS

– Daniel Cormier non sta passando un buon momento a livello mentale con tutta la storia di Jones. Pochi giorni fa durante un’intervista ha confessato che appena saputa la notizia della positività di Jones la prima cosa che voleva fare era prendere tutte le cinture vinte durante la sua carriera e buttarle alla spazzatura, letteralmente non per modo di dire: “Ero incazzato, non potevo credere che stesse succedendo davvero. E a quel punto cosa fai? Ti arrabbi talmente tanto che non pensi alla reazione da avere, fai qualcosa di cui ti penti dopo. E sicuramente mi sarei pentito di buttare via tutte quelle cose. Mia moglie mi ha impedito di farlo. La settimana scorsa ho invitato alcune persone per guardare i match di Luke e Canelo a casa mia. Ho una stanza tutta piena di foto e cose che riguardano i miei match, tanti ricordi e tutti i titoli. Quando sono entrati hanno visto il mio titolo Strikefroce, King of the Cage e XMMA.. e mi hanno chiesto ‘Ma dove sono i tuoi titoli UFC?’ Visto che mia moglie mi ha impedito di buttarli alla spazzatura, per ora li ho messi in un ripostiglio. Non sono ancora al punto di prendere quelle cinture e guardarle ogni giorno.” DC si è detto pure disposto a rifare un match contro Jon Jones per finire questa storia una volta per tutte, nella speranza che non si ripeta più la questione della positività. Ma visto quello a cui dovrà andare in contro Jones – si parla di una sospensione che potrebbe arrivare fino a quattro anni, dopo il processo si avrà una conferma ufficiale – sarà difficile rivedere questi due atleti nella gabbia nello stesso momento.

– Il 4 novembre si avvicina e così manca sempre meno al tanto atteso ritorno di Georges St-Pierre. Ma Bisping questa volta si troverà di fronte un altro GSP, migliorato rispetto a prima, con l’aggressività che sarà la chiave di tutto il match. Sarà un St-Pierre nuovo: “È tutto diverso ora. Ho molte più armi nel mio arsenale. Ho lavorato su cose diverse. Se Bisping crede che sia lo stesso di prima, sta facendo un grosso sbaglio. Voglio entrare lì e scioccare il mondo. Sono lo sfidante. Non sono il campione questa volta. Quindi andrò lì e farò tutto quello che sarà necessario per finirlo prima del limite. Combattere come se non ci fosse un domani. Sono felice. Mi sento veramente fortunato ad avere questa posizione ed è un momento che molti aspettavano. E vivrò quel momento unico, e me lo ricorderò per il resto della mia vita. In questo momento unico devo mettere tutto ciò che ho. Vivere come se non ci fosse un domani.” Georges St-Pierre non combatte dal 2013, il suo ultimo match risale a UFC 167 quando ha battuto Johny Hendricks per split decision. Ha difeso il titolo con successo per nove volte. Ma questa sarà la prima volta che uscirà dalla sua “zona comfort” della divisione welter sfidando il campione dei pesi medi Michael Bisping. Il canadese si sente più pronto che mai anche per conquistare questa categoria.hi-res-62e23c4237510adeb81c96527212bcc4_crop_north.jpg

– Chuck Liddell ha fatto parlare di sé questa estate dopo aver postato una foto su instagram del faccia-a-faccia con Tito Ortiz. Questo ha fatto pensare ai più nostalgici a un possibile ritorno nell’ottagono di Iceman.

View this post on Instagram

Why not?

A post shared by Chuck Liddell (@chuckliddell) on

Che voglia concludere la trilogia col rivale di lunga data Ortiz? Sta tenendo conto di questa possibilità, anche se non c’è niente di sicuro al momento.. è tutta una questione di soldi: “Sono stato pagato per fare quello che amo per tutta una vita, e sono stato pagato anche molto bene. Quindi la possibilità resta sempre. Non mi dispiacerebbe tornare lì ancora una volta. Ma poi? Cioè sarebbe solo una battaglia e basta? È la cosa giusta da fare? Questo è il mio pensiero. Sapete stavo anche pensando insieme ad altre persone a questa idea: un incontro tra leggende. Sarebbe bellissimo. Ma solo nella situazione giusta. Se mi offrono abbastanza soldi, se il mio corpo regge bene, non credo che direi di no.”

– Carlos Condit tramite Twitter mette a tacere le voci che parlavano di un suo possibile ritiro.

Il Natural Born Killer è fermo da oltre un anno e arriva da due sconfitte, ma ha voglia di tornare nella gabbia già a dicembre o a gennaio.

– Venerdì UFC ha mostrato i poster ufficiali dei prossimi eventi internazionali che vedranno in azione due veterani delle mma. UFC Shanghai avrà come main event Anderson Silva contro Kelvin Gastelum, mentre UFC Sydney vedrà come protagonisti della serata l’idolo di casa Mark Hunt contro il polacco Marcin Tybura. Entrambi gli eventi si svolgeranno a novembre: il 19 in Australia e il 25 in Cina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...