Chiaccherando con…Carlo Di Blasi

Chiamami sul tardi– la richiesta non mi prende di sorpresa, Carlo Di Blasi dev’essere uno di quelli a cui le 24 ore bastano a stento e sono certo che la quasi totalità di esse sia dedicata al suo lavoro.  Il motivo della chiamata è molto semplice,  ci stiamo avvicinando alla stagione invernale e al periodo natalizio e come ormai da oltre 20 anni a questa parte sta arrivando il momento di Oktagon

Ormai questo evento ha trasceso dal semplice gala di sport da combattimento, è l’unico del suo genere ad essere diventato fenomeno di costume riconosciuto anche dai non addetti ai lavori. È riuscito ad entrare in casa degli italiani e quando giunge il momento negli appassionati di vecchia data sale l’eccitazione, oggi come tanti anni fa: proprio lo “sentiamo” arrivare.

Carlo risponde quasi subito e il tono concitato mi fa intendere che deve essere in movimento: -sono appena arrivato con l’aereo, scusa per l’abbassamento di voce, oggi è stata una lunga giornata

Quando si intervista qualcuno è buona prassi prepararsi con una scaletta di argomenti da trattare e io l’ho davanti agli occhi, pronta se dovesse servire, ma sono certo che non ne avrò bisogno perchè lui è un fiume in piena e ha la capacità di metterti a tuo agio come se stessi parlando del più del meno con un vecchio amico.

Infatti il tutto si trasforma velocemente in una chiaccherata ,  il tema centrale resta la card dell’appuntamento fiorentino del 9 dicembre: qualche settimana fa c’è stata la consueta conferenza stampa di presentazione dell’evento ma da allora è arrivata qualche brutta notizia, prima l’infortunio di Mustapha Haida alla mano che lo leva dal match contro Sami Sana e da pochi giorni la notizia che anche Giorgio Petrosyan si è fatto male nelle ultime fasi del match contro Ngimbi a Petrosyanmania

Parto proprio da li e gli chiedo quali sono le novità, se il match è annullato definitivamente o c’è possibilità di recuperarlo in seguito

Di Blasi: Non è ancora sicuro che Giorgio salti Oktagon,  ci siamo presi qualche giorno per valutare con calma, diciamo che per il tipo di infortunio è al limite con i tempi. Ce la potrebbe anche fare, bisogna capire se vale la pena correre il rischio

Io: Una bella sfortuna comunque

Di Blasi: Guarda, io preferisco vedere la parte buona: si è fatto male a pochissimi secondi dalla fine, fosse successo prima avrebbe dovuto ritirarsi e perdere la cintura invece ha potuto stringere i denti e arrivare in fondo.  Anche l’entità è meno grave di quello che sembrava in un primo momento, se fossero saltati i legamenti perdeva un anno e allora si che sarebbe stata brutta.  Così,  se vuoi un commento in tre parole: è andata bene!

22519225_1462986023739038_7562650463480507454_n.jpg

Io: Speriamo che recuperi allora, il match col thailandese è tanta roba

Di Blasi: Mah,  in ogni caso è tutto da vedere,  il manager di Yodwicha sta facendo il furbo, pur avendo un contratto firmato pretende più soldi per venire a combattere qui.  Temo che dovranno imparare a comportarsi se non vogliono terra bruciata in Europa, ed è quello che succederà quando vado a raccontare questa storia agli altri promoters.

Qualcosa nel tono della sua voce mi fa intuire che per un motivo o per l’altro il treno di questo match è passato e difficilmente ritornerà, quindi cerco di capire se ha qualche piano alternativo per Giorgio

Io: Se non ce la facesse per dicembre che fate? Aspettate l’appuntamento di aprile o combatte prima?

DiBlasi: Intanto vediamo se ce la fa per Firenze, nel caso può andare in Cina, o Russia verso inizio anno,  chissà

Io: Di certo le proposte non mancheranno,  Petrosyan lo vorrebbero sfidare tutti

Di Blasi: Qui ti sbagli, trovargli un avversario all’altezza è molto complicato,  non sono poi così tanti a quel livello e ..li ha già battuti tutti. Comunque per tornare alla tua domanda non ci sarà appuntamento primaverile, quest’ anno si cambia,  Oktagon sarà nei primi giorni di luglio,  dobbiamo ancora decidere la sede

Io: Luglio?

Di Blasi: Si,  per prima cosa voglio levarmi dal calendario calcistico,  e poi tieni presente che la sinergia con Bellator ora è molto solida: contribuiamo ad organizzare con loro 5 eventi all’anno, non solo in Italia,  quindi nello scegliere date e creare card ci sono anche questi fattori da considerare.  L’evento di Budapest ad esempio lo organizziamo noi

Io: Via da Torino quindi? Per andare dove?

Di Blasi: Potremmo anche restare a Torino, nulla è deciso, ma non ti nascondo che mi solletica l’idea di cambiare andando a cercare tutti quegli appassionati che ci hanno solo potuto seguire da lontano fino ad oggi.  Portargli Oktagon sotto casa,  prendi Bari ad esempio,  non credi che faremmo il pienone?

Io: Ah si, in Puglia diventerebbero matti,  la gente si accamperebbe fuori dal palazzetto una settimana prima! Ne approfitto per chiederti  un’altra cosa,  in primavera avevi accennato alla possibilità di poter portare a 3 gli appuntamenti italiani.  E’ un progetto annullato o accantonato provvisoriamente?

Di Blasi: E’ collegato a quello che ti dicevo prima,  l’idea mi piace ma dobbiamo trovare lo spazio oltre ai 5 eventi che organizziamo.  Al momento non è stato possibile,  non lo escludo per il futuro

22490065_1720007138306787_3716059574562096172_n.jpg

Io: Torniamo a Firenze,  facciamo qualche nome:  Armen? Mi sembra tutto fuorchè un match facile,  Parashiv ha il dente avvelenato

Di Blasi: E’ proprio così,  è incazzato nero, sarà una grande battaglia

Io: Sakara? La sua presenza garantisce un bel numero di pretoriani al palazzetto

Di Blasi: Si, sono molto soddisfatto,   hanno già acquistato un bel pò di biglietti

Io: L’unico dubbio è sul peso. Arriverà a 84?

Di Blasi: Non ho dubbi a riguardo. L’ho visto a Petrosyanmania ed è bello tirato,  sui 93,  mancano ancora quasi 2 mesi,  è  in tabella di marcia, non sono minimamente preoccupato

Io: La Peritore?

Di Blasi: Gloria ha un bel match. L’avversaria è una campionessa e ha vinto nel loro unico precedente,  anche se si trattava di full contact, disciplina molto diversa

Io: Quanti ne avete annunciati per ora? Una decina?

Di Blasi: Si, la card completa sarà di 15 incontri, oggi ne abbiamo annunciati due

Io: Due? Io ho visto il post su Hamza Imane contro Bolanos

Di Blasi: C’è anche la legend John Wayne Parr che combatterà contro “Titano ” Paolucci

Ecco! Mi ha preso in contropiede! Faccio mente locale:  Parr dovevo aspettarmelo, mi sembra che nell’intervista dello scorso anno avesse parlato di un contratto di 3 match.  Paolucci è una sorpresa, lo ricordo a Petrosyanmania 3 dove ha partecipato ad un quadrangolare, poi l’ho perso di vista

Io: Parr è un grande, molto amato dal pubblico

Di Blasi: Assolutamente, e poi è una persona molto cortese e amabile. Contro Calzetta te lo ricordi? Tirò fuori il colpo del campione

Io: Si, Nando stava combattendo bene e per me era avanti ai punti

Di Blasi: Invece devo dire che all’ultimo match a Petrosyanmania non mi è piaciuto molto,  ora andrà contro Sami Sana, speriamo di rivederlo al massimo

Io: Il suo manager, Andrea Sagi,  mi ha detto che forse ha patito il fatto di affrontare un mancino. Comunque sono felice per Nando ma allo stesso tempo mi spiace proprio per il match saltato tra Haida e Sana,  era il mio preferito.

Di Blasi: Eh ma lo vedrai,  Sana farà qualche match con noi e questo incontro è solo rinviato

Io: Se proprio devo fare il nome di uno da cui mi aspettavo di più a Petrosyanmania,  è Negrea: contro Schilling aveva combattuto molto meglio

Di Blasi: Si, è vero, in pratica ha vinto l’ultimo round ma ha perso tutti i primi quattro contro il greco che nessuno conosceva ma si è rivelato un ottimo fighter

Io: Visto che siamo su Petrosyanmania ho una curiosità: per quell’evento ho intervistato quasi tutti gli atleti e ho capito che molti di loro sognano di entrare ad Oktagon e alcuni di tornarci,  c’è qualcuno che ti ha colpito particolarmente in tutta la card?

Di Blasi: Non ho dubbi! Fight of the Night il match tra Flumeri e Castro per il titolo italiano. Mi sono piaciuti entrambi, hanno dato vita a un incontro d’altri tempi,  appassionante

22528416_1464673866903587_2468099874537034602_n.jpg

Io: La Michieletto si è ben comportata…

Di Blasi: Si ma ormai stiamo ragionando per le edizioni future di Oktagon,  per questa i diretti interessati che parteciperanno sono già stati avvertiti, anche se magari il loro match non lo abbiamo ancora annunciato

Io: E Lapicus?  Non voglio spingerne uno in maniera particolare ma a Petrosyanmania 3 lo avevamo visto assieme e si sta confermando. D’altronde si sa che i Petrosyan non amano particolarmente le MMA,  solo il fatto che per lui facciano un’eccezione dice tutto sulle sue potenzialità

Di Blasi: E’ fortissimo,  sta in una categoria dove ne abbiamo già diversi di livello ma stai certo che lo seguo,  ora però ti faccio io il nome di uno forte che combatterà a Bellator e sono strasicuro che farà grandi cose in futuro: Mihail Nica

Questa volta sono pronto, so che gli piace il fighter moldavo e ne ha motivo, all’esordio in Bellator ha vinto in meno di un minuto

Io: Si,  è imbattuto vero?

Di Blasi: Lui combatterà in USA,  ci credo veramente!  Poi ha anche una bella storia:  qualche anno fa le gabbie aiutava a montarle, era uno degli addetti.  Ora ci combatte dentro e lo farà ai massimi livelli

Io: A proposito di fighter rumeni,  Mircea che fine ha fatto? Anche lui ha vinto in Bellator,  si era rotto la mano ma so che ora è a posto,  mi aspettavo di vederlo in card

Di Blasi: Mircea ha lasciato il suo vecchio maestro!

Io: Boer?

Di Blasi: Si,  è senza maestro, senza manager,  in pratica al momento si è posto fuori da Fight 1 per cui….unisci tu i puntini

Io: Ah peccato, mi piace come fighter e per l’attitudine che ha di combattere sempre,  si è fatto tutta la trafila partendo dal basso

Di Blasi: Piace anche a me, tanto che ha combattuto in Bellator, ma questi atleti devono capire che sapersi muovere anche fuori dal ring è importante,  non sono abbastanza sgamati. Conosci la storia di Kleber Orgulho?

Io: No

Di Blasi: Altro fighter che mi piaceva veramente, per lui mi sono esposto con Bellator,  ero certo che sarebbe arrivato veramente in alto, c’era già un contratto pronto per gli USA Poi cosa succede? Incontra un manager che lo convince a firmare un contratto con M1 Challenge a nostra insaputa. Forse pensava che non lo avremmo scoperto? Così si è giocato tutto,  contento lui…

Io: Convengo che a certi livelli sapersi muovere senza un management che si occupa di te è dura. Tu chi segui al momento?

Di Blasi: Ne ho 4: Giorgio, Armen, Mustapha e Nica

22366721_1458656210838686_4130513083689509335_n.jpg

Io: Trovare il match giusto per gli atleti,  lavoro affascinante quello del manager..

Di Blasi: Eh, ma non è solo quello.  Il primo compito del manager è quello di risolvere i problemi al proprio assistito,  permettendogli di concentrarsi solo su training e combattimenti, è un lavoro a 360 gradi, molti non l’hanno ancora capito.

A un certo punto mi cade l’occhio sull’orologio,  tra una cosa e l’altra è un bel pò che siamo al telefono. Capisco che a lui parlare di questi argomenti piace proprio e non ha nessun problema ad andare avanti, ma non voglio esagerare,  ci saranno altre occasioni,  quindi è il momento di chiudere

Io: Ancora una domanda: l’ospite segreto a Oktagon. Ormai è tradizione che arrivi qualche big a sorpresa,  dacci qualche dritta, tu di certo sai chi è

Di Blasi: Hehe, certo che lo so, ma non posso dirtelo.  Sappi solo che è un grande e verrà a parlare dei suoi prossimi progetti ma non ti dico altro sennò capiresti di chi stiamo parlando.  Resta sintonizzato sulle nostre pagine (Fight1, Oktagon),  ci sono grandi annunci in arrivo!

Io: Posso solo ringraziarti per la disponibilità Carlo, spero di risentirti e..ci vediamo a Oktagon

Di Blasi: Di nulla , è stato un piacere, alla prossima! Sayonara!!!

Quando tutto è finito resto a guardare il blocco degli appunti: c’erano così tante cose da chiedergli. Sarà per la prossima volta,  l’idea che mi resta è che lui avrà anche i suoi detrattori ma a livello comunicativo è avanti chilometri rispetto agli altri.

Resto molto incuriosito dall’evento di luglio e soprattutto vorrei indovinare dove si farà: Torino, Milano, Genova, Roma, Bari…ad occhio queste sono le sedi candidate. Comunque per ora è inutile guardare tanto lontano,  Oktagon Firenze è dietro l’angolo e come al solito sarà un grande spettacolo

Stay tuned, amici

DP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...