MMA ARENA NEWS

– Nonstante il silenzio, la storia di Jon Jones riguardante la sua sospensione non si è ancora conclusa. E in una recente intervista è proprio Dana White che torna a parlarne, e non nel modo che ci aspetteremmo. Questa volta nessuna difesa, anzi.. totale freddezza e definisce Jones il più grande spreco di talento non solo nelle mma, ma proprio in tutta la storia dello sport: “Il più grande spreco di talento in assoluto. Era tanto talentuoso e dotato, e solo Dio sa cosa avrebbe potuto fare adesso se non si fosse messo nei guai. Sarebbe potuto diventare il campione e avrebbe potuto stabilire un record di difese insuperabile. E la lista delle cose che avrebbe potuto fare è ancora molto lunga. Qualunque cosa succederà con la sospensione non importa. Credetemi, io non sono più legato né mentalmente né emotivamente in tutto ciò.” L’udienza di Jones è prevista per dicembre in California.

– Scott Coker, presidente di Bellator, è già un po’ incerto sul futuro di Mousasi nonostante la vittoria, non tanto per la sua prestazione, ma a causa di un possibile infortunio che potrebbe tenerlo fuori dai giochi per diversi mesi: “Gegard è un ragazzo tosto. Ha molta perseveranza. Uno spirito indomabile. Si rifarà. So che è un po’ insoddisfatto della sua performance, ma per me è stato un match difficile, molto duro per lui. E lo è stato, e così sarà anche il prossimo. Potrebbe avere una frattura orbitale. Se fosse così dovrà stare fuori da sei a otto mesi, o forse un anno. Vedremo cosa diranno i dottori del suo occhio, e a quel punto prenderemo una decisione.”10358571.jpg

– Il peso welter di Bellator Michael Page ha fatto il suo debutto professionale nel mondo della boxe lo scorso venerdì, in Inghilterra. Ha vinto per TKO alla terza ripresa contro Jonathan Castano. Certo è che l’avversario di “Venom” non era il top.. il suo “record” parla per sé: 2-12-1. Questo comunque è stato il primo incontro di Page nel 2017; avrebbe dovuto affrontare Derek Anderson a maggio a Bellator 179, ma il match fu cancellato a causa di un infortunio al ginocchio. Il trentenne imbattuto ha firmato con la promozione Hayemaker Ringstar del pugile inglese David Haye.

– L’ultimo incontro della carriera è bene finire in bellezza. Ecco.. è quello che ha fatto Gerald Harris: nelle mma da 11 anni, era un membro del cast della settima stagione di The Ultimate Fighter e ha combattuto 4 volte in UFC. Harris ha concluso con una potente slam che ha rotto il braccio dell’avversario Matt McKeon: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1701947739863981&id=164544390270998. Ma questa non è la prima volta che “Hurricane” trova la vittoria cercando di portare l’avversario a terra. Era già successo nel 2010 a UFC 116 contro David Branch, e lo scorso dicembre stessa mossa contro Aaron Cobb. Harris si ritira con un record professionale di 25-5.

– Norman Parke e Mateusz Gamrot hanno combattuto ieri al KSW 40 in un rematch, ma le cose non sono andate bene per entrambi. Gamrot con un colpo alle parti basse e poi dita negli occhi, durante il primo round. Nel secondo round Gamrot colpisce di nuovo l’occhio dell’avversario con le dita che fa terminare il match in no-contest. E non finisce qui. Dopo il verdetto, un uomo dell’angolo di Gamrot tira un pugno a Parke.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...