La riscossa di Di Chirico

Ufc on Versus:  Jones vs Vera, evento datato marzo 2010.  Risale a quel giorno l’ultimo volta che un italiano ha vinto per ko in UFC,  quando cioè Legionarius Sakara abbattè Irvin durante il primo round.  Sono passati quasi 8 anni,  nel frattempo abbiamo visto delle belle sottomissioni da parte di Vettori e di Mara Borella ma un bel “brutal” ko ci mancava e ieri è stato Manzo Di Chirico a darci questa soddisfazione.

25497425_1783199141690501_339196897_n

Vittoria che definire fondamentale è riduttivo: lo porta sul 2-2 in UFC, cioè fuori dalla lunga lista di atleti con record negativo e la sua ginocchiata rimarrà a lungo impressa negli occhi di tifosi, appassionati e soprattutto dei dirigenti UFC.  A questo punto sembra infatti scontato che ad Alessio verrà proposto un nuovo contratto,  probabilmente di altri 4 match e che quindi potrà riprendere con rinnovate ambizioni la scalata al ranking divisionale.

Prima del match c’era una certa apprensione:  l’avversario era conosciuto per l’esplosività e si temeva soprattutto il primo round, più che altro non si sapeva quale Alessio sarebbe entrato in gabbia:  eravamo certi che per una serie di motivi Manzo non avesse ancora espresso il suo vero potenziale in UFC.  Si sapeva che ultimamente le cose andavano meglio ma il match era l’ultimo del contratto,  non c’era più appello: vincere e continuare a inseguire la gloria o perdere e finire tra coloro destinati alla porta di servizio e a scendere in altre promotion.

25437512_1783199171690498_760487070_n.jpg

Le prime immagini televisive ci hanno rassicurato: negli altri incontri Alessio ci era parso molto tirato,  quasi smagrito,  ieri invece era bello tonico e rilassato.  Il match è partito e tutti siamo rimasti sorpresi di vedere Bamgbose danzare a girare al largo invece di caricare a testa bassa come le altre volte. Non sappiamo esattamente quale fosse il gameplan, probabilmente assicurarsi di poter arrivare in fondo con un pò di benzina e giocarsi il tutto per tutto all’ultimo round.  Alessio ne deve essere rimasto sorpreso ma non si è lasciato scalfire, ha preso il centro dell’ottagono e con pazienza ha aspettato l’occasione propizia che è arrivata nel secondo round e si è materializzata nelle ginocchiate che tutti avete visto e che gli hanno consentito di aggiudicarsi il premio per la miglior performance e portarsi a casa il cospicuo gruzzoletto di 50.000 dollari

25463881_1783199228357159_1629518562_n.jpg

A fine match grande gioia assieme allo staff e una dichiarazione in cui esprime la volontà di partecipare alla card londinese di primavera. Speriamo che in UFC vogliano accontentarlo, noi siamo molto più tranquili,  il Manzo è tornato e ora sono problemi per gli altri

Stay tuned, amici

DP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...