Usman: “Colby Covington puoi correre ma non puoi nasconderti”

Covington parla parla, ma poi…

Fosse stato per Kamaru Usman il suo match del 14 gennaio sarebbe stato contro Colby Covington, ma quest’ultimo è “scappato” da questa offerta fatta da UFC più volte:

“Mi era stato offerto un incontro con Covington, ma lui ha detto di no. Per la precisione ha detto ‘No, non voglio avere niente a che fare con quel tipo’. Hanno provato a stipularlo a distanza di due settimane dalla prima richiesta, ma Colby di nuovo ha detto ‘assolutamente no’. Poi per la terza volta gli è stato offerto, e sarebbe dovuto essere il main event del 14 gennaio, il mio main event. Ovviamente ora capirete perché c’è voluto così tanto per annunciare il main event di questa card. Sarebbe dovuto essere io contro Covington. Ma lui ha rifiutato. Colby vuole solo rincorrere quelli che lui pensa siano più vecchi per aver quindi un vantaggio atletico e miglior cardio così da spingerli, secondo lui, in grosse difficoltà. Lo sa che questo non funziona con me. Non può battermi nel wrestling, nei colpi, non ha più forza di me. In pratica lui lo sa questo, è così spaventato che va dietro a quelli più vecchi e che sono in declino.”

Gli è stato domandato cosa pensa di Covington e per quale motivo vorrebbe un match contro di lui:

“Io non credo che sia razzista. Ma vi espongo il mio pensiero. Se mai io dovessi mettere le mie mani su Covington, sarebbe molto più di un match, rappresenterebbe molte più cose. Rappresentarerebbe l’atteggiamento di questo paese e del resto del mondo verso gli immigrati. Per me è tutto questo. Perché così la pensano tanti americani per qualche strano motivo. Gli immigrati, per qualche strana ragione, agli occhi di alcuni di loro non sono mai bravi abbastanza. Non fanno niente, ma non sono bravi abbastanza. E questo è quello che Covington sta facendo. Sta giocando su questa cosa. Le persone stanno iniziando ad interessarsi a lui. Prima di questo, a nessuno importava di lui. Assolutamente niente. Avrebbe potuto vincere un match dopo l’altro, ma a nessuno sarebbe importato niente. Ma adesso che sta mostrando la persona che è veramente, le persone stanno iniziando ad interessarsi. Perciò un match con lui sarebbe molto di più di me che vado lì a prenderlo a calci in culo. Sarebbe diverso. Mi occuperò di lui dopo il 14 gennaio. Dopo quel match, Colby Covington puoi correre ma non puoi nasconderti.”

Usman affronterà Meek a UFC Fight Night 124 a St Louis; i due si sarebbero già dovuto affrontare nella card di UFC 219 ma è stato posticipato a causa di problemi col visto di Meek.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...