Ancora accuse di transgender, ma Cris Cyborg si difende

il

Donna forte dentro e fuori la gabbia. Non sarebbe la prima volta che qualcuno prende in giro Cris Cyborg definendola un uomo, come quella volta che Dana White ha paragonato il fisico della campionessa a quello di un uomo.

Quando a farlo è una persona con un ruolo rilevante, la cosa non passa di certo inosservata.

Chi è stato questa volta?

Mark Aragon, fotografo presente all’evento per la Jackson-Winkeljohn (palestra dove si allena Holly Holm), domenica mattina ha postato un commento su instagram rivolgendosi alla Cyborg con epiteti maschili:

“Quel tipo è davvero tosto! Detto questo, alla conferenza stampa lui ha detto che Holly è stata la prima a fargli sanguinare il naso! Sei la mia eroina Holly Holm, ci rivediamo in palestra.”

It is not acceptable for an official representative of @hollyholm @jacksonwink_mma to call me transgender following my Fight. Their official photographer was given a backstage credential to attend the @UFC and I expect an apology or their ability to get credentials for future UFC events to be affected by these actions. @ma2_media 🇧🇷🇧🇷🇧🇷🇧🇷🇧🇷🇧🇷 Não é aceitável que um representante oficial da @hollyholm @jacksonwink_mma me ligue transgênero na sequência da minha luta. Seu fotógrafo oficial recebeu uma credencial de bastidores para participar do @UFC e espero que uma desculpa ou sua capacidade de obter credenciais para futuros eventos do @ufc_brasil sejam afetadas por essas ações.

A post shared by CRIS CYBORG 🌎CHAMPION (@criscyborg) on

Cris Cyborg ha risposto tramite un post di instagram:

“Non è una cosa accettabile per nessun rappresentante di Holly Holm e della Jackson-Winkeljohn di chiamarmi transgender dopo il mio match. Il loro fotografo ufficiale ha ricevuto il pass per il backstage per assistere all’evento e io mi aspetto le scuse altrimenti la sua possibilità di ricevere il pass dovrà subire conseguenze per i prossimi eventi di UFC.”

La Jackson-Winkeljohn ha raccontato la sua parte della storia così:

20180102_001911.png

“In risposta a quanto scritto da una nostra persona dei media su instagram, c’è un retroscena del perché ha commentato così. Dopo la vittoria della Cyborg, nel backstage è stata sentita dal nostro fotografo chiamare Holly “puttana” mentre rideva per una foto di lei che aveva un dito nell’occhio di Holly. Ha sentito che prendevano in giro la prestazione di Holly. Il nostro fotografo stava solo difendendo la nostra fighter e ha usato la storia passata dell’uso di steroidi della Cyborg come risposta. Noi non eravamo a conoscenza di tutte le chiacchiere nel backstage e della pubblica risposta fino a ieri. Si è pentito di aver messo la JW in questa posizione. Non perdoniamo chi butta giù gli altri. Congratulazioni alla Cyborg e al suo team e non vediamo l’ora di una rivincita.”

Il fotografo ha poi cancellato il post dove faceva quel commento e ne ha messo un altro dove si è scusato con Cris Cyborg e con la Jackson-Winkeljohn gym. La campionessa ha risposto così:

“Accetto le scuse e spero che Dana White ascolti la mia richiesta di non garantirti più il pass per gli eventi UFC. […] Con tanti fotografi capaci di rimanere professionali agli eventi, tu non meriti il loro spazio nella compagnia.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...