Nate Marquardt: “è stata una carriera meravigliosa”

Lo scorso mese uno dei veterani di questo sport ha annunciato il proprio ritiro dalle scene, mettendo fine a una carriera lunga 17 anni: Nate Marquardt.

Da quando ha fatto questo annuncio, l’ex campione Strikeforce è stato piuttosto silenzioso.. ma una settimana fa in un’intervista, ha deciso di raccontare la decisione presa e il suo futuro dopo il ritiro dalle mma:

“È arrivata l’ora. Era da un po’ che pensavo al ritiro. Da quando sono diventato cristiano nel 2013, ho voluto fare missioni e ho iniziato un seminario. Il modo in cui sono andati i miei ultimi due incontri e il fatto che sono stato sottoposto a un intervento chirurgico al naso, credo che abbiano influito un po’. Negli ultimi tre incontri, e specialmente negli ultimi due, sento che li ho vinti io. Sentivo che era un po’ strano che ho avuto tre sconfitte consecutive ed erano decisioni ai punti che non sono andate come volevo. Davvero credevo che contro Belfort e anche contro Ferreira avevo vinto due dei tre round. Perciò se avessi vinto probabilmente avrei continuato a combattere e nel frattempo avrei fatto il seminario. Ma il fatto che sia successo tutto ciò, credo che sia perché Dio in qualche modo mi stava chiamando in quella direzione, per far sì che posso impiegare tutto il mio tempo al seminario. Poi mi sono rotto il naso diverse volte in passato, e il dottore mi diceva che era importante sistemarlo. Tutte queste cose sono state il culmine che mi hanno fatto capire che è arrivata l’ora.”

Tra i traguardi raggiunti ricordiamo che Marquardt è diventato campione dei pesi welter di Strikeforce mandando KO l’attuale campione UFC dei pesi welter Tyron Woodley. Non è riuscito a raggiungere la cintura in UFC, ma ha sfidato grandi nomi come Anderson Silva, Jeremy Home, Martin Kampmann, Wilson Gouveia, Demian Maia, Rousimar Palhares.

Marquardt ritiene di aver raggiunto buoni traguardi, e questo insieme di momenti ha reso grande e memorabile la sua carriera:

“È stato molto divertente. Non riesco a pensare a un match in particolare, ma se guardate i miei momenti salienti probabilmente quelli sono i ricordi più belli. Senza alcun dubbio Pancrase è stato un bel periodo, e Strikeforce.. vincere la cintura contro Tyron Woodley, quello è stato un grande match e probabilmente uno degli incontri migliori della mia carriera. Tutti i ricordi che ho degli allenamenti con i migliori al mondo, tutto il tempo speso ad allenarmi con atleti come Georges St-Pierre, Keith Jardin, Rashad Evans, Stephen Thompson, tutti loro. È stata una carriera meravigliosa e una meravigliosa esperienza.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...