Tito Ortiz: “se Chuck ha bisogno di combattere, gli darò lo stipendio”

Difficile dimenticarsi le due battaglie avvenute a UFC 47 e UFC 66 tra due leggende delle mma, ed entrambe vinte da Chuck Liddell.

Sono passati più di dieci anni, ma Tito Ortiz ancora vorrebbe concludere la trilogia con Liddell, che già l’estate scorsa stava valutando questa opzione con un nulla di fatto però: aveva postato una foto su instagram del faccia-a-faccia con Tito Ortiz scrivendo “Why not?”, il che aveva fatto pensare ai più nostalgici a un possibile ritorno nell’ottagono di The Iceman.

Why not?

A post shared by Chuck Liddell (@chuckliddell) on

Parlando con TMZ Sports, Tito Ortiz ha dichiarato di essere molto interessato a un terzo match con Liddell e a inizio anno ha già proposto a UFC questa idea:

“Ho davvero molto interesse per questo match. In realtà, a inizio anno, ho chiesto ai matchmaker di UFC se volessero fare Chuck Liddell vs Tito Ortiz 3, ma mi è stato detto che lui è stato mandato KO diverse volte, incosciente, e mi hanno garantito che il dottore non gli darebbe la licenza per combattere.”

Liddell ha 48 anni e non combatte dal 2010, ha concluso la sua carriera con una scia negativa di tre sconfitte tutte per KO.. ma la sua voglia di combattere è sempre accesa tanto che ha dichiarato di tenersi pronto per un possibile ritorno. Tito Ortiz si è ritirato lo scorso gennaio dopo aver battuto per sottomissione Chael Sonnen a Bellator 170, e diceva di non avere più alcun interesse nel combattere ancora. Ma con la probabilità di potersi rifare contro Liddell, Ortiz ci ha ripensato e dice che ora sta a UFC far sì che il terzo match si concretizzi:

“Adesso sta a loro. Io ci ho pensato perché ero tutto gasato per UFC in generale, all’idea di tornare a casa. Mi piacerebbe un’altra occasione. Me ne sono andato a testa alta dopo aver sottomesso Chael. Il mio corpo sta bene. So che Chuck Liddell è stato mandato KO tanto da svenire, ma è in cerca di uno stipendio. Lo capisco. Io ho altri impegni, e combattere non è una priorità per me. Io non ho bisogno di combattere, ma se Chuck ne ha bisogno, sarò un buon amico come i vecchi tempi e gli darò lo stipendio.”