Artem Lobov difende McGregor: “era pronto per combattere”

La settimana scorsa Conor McGregor aveva dichiarato di essersi offerto di combattere contro Frankie Edgar a UFC 222 per sostituire l’infortunato Max Holloway, ma Mark Henry, coach di Edgar aveva categoricamente smentito questa dichiarazione sostenendo che l’irlandese ha più volte rifiutato un match con Edgar.

Ai microfoni di The MMA Hour, Artem Lobov dice che Conor parlava seriamente ed era pronto a rientrare, ma a suo dire UFC avrebbe declinato questo match tra i due perché non avrebbero avuto il tempo per promuovere adeguatamente l’evento:

“Era vero al 100%. Conor era pronto ad andare. Stavamo pianificando il da farsi; avremmo preso un volo per Las Vegas per fare un breve camp. I piani c’erano. Era tutto pronto. Conor voleva combattere. Gli parlavo sempre e mi diceva che era pronto per mostrare al mondo cosa è capace di fare. A quanto so io, UFC non era tanto per la quale perché c’era davvero poco preavviso e non ci sarebbe stato abbastanza tempo di costruire l’incontro. Da quello che ho sentito io, questa è stata la ragione principale.”