Jacare: “ho fatto tutto il possibile per vincere, è colpa mia se ho perso”

il

Jacare è frustrato per aver perso di fronte al suo pubblico brasiliano perché avrebbe voluto vincere questo match a tutti i costi, e ci è andato vicino ma non abbastanza: Gastelum, infatti, si è portato a casa la vittoria per split decision.

Al termine del primo round, tornando al suo angolo, a Ronaldo Souza hanno ceduto le gambe per un momento e, nella conferenza a seguito del match, spiega che quella debolezza sia stata dovuta probabilmente al taglio del peso – con questo però non vuole trovare una scusa per aver perso:

“A nessuno piace perdere. Sono a casa mia, sono in Brasile. Tutta la folla mi sosteneva. Sono molto molto triste per aver perso. È una delusione per me perdere a casa mia nel modo in cui ho perso. Avrei dovuto fare meglio. Avrei dovuto tagliare meglio il peso. Le mie gambe ne hanno risentito e questo mi ha complicato le cose. È colpa mia se ho perso, succede. Kelvin aveva un buon gameplan, ha fatto bene durante il match, abbiamo fatto un grande incontro, ma io ho perso. E voglio che tutti sappiano che ho fatto tutto il possibile per vincere. Volevo davvero vincere questo match. Sono molto arrabbiato per la sconfitta, ma ogni volta che attraverso delle difficoltà, o che qualcosa mi spinge con le spalle al muro, faccio meglio. Potete star certi che supererò anche questa.”

Quando gli viene chiesto cosa non sia andato bene nel taglio del peso, Jacare racconta che nell’hotel che ospitava i fighters di UFC 224 mancava la sauna:

“Sono sano io, taglio sempre abbastanza bene il peso, ma questa volta ho dovuto saltare la corda più del solito perché non c’era la sauna nell’hotel. Perciò ho saltato troppo la corda e credo che sia per questo che le mie gambe stavano così, ma è andata così. Ci sono cose che succedono. Abbiamo fatto un grande match ed è quello che conta.”

Jacare si congratula col suo avversario, però non concorda col punteggio dei giudici:

“Ero molto fiducioso. Ho vinto il primo round molto molto bene. Poteva anche essere un 10-8 in quel round. Ma nel secondo, lui mi ha buttato a terra. Ma io sono stato capace di riprendermi, ho vinto il terso, perciò ho pensato che avrei vinto il match. Anche se era per split decision, pensavo di aver vinto l’incontro. Ma cosa posso farci, succede. Congratulazioni a Kelvin, abbiamo fatto un grande match e fa bene allo sport.”

Souza ora pensa al futuro e a correggere quello che non è andato bene in questo match:

“Sono nella divisione dei pesi medi, aspetterò il prossimo match, e farò di tutto per vincere. Parlerò con i miei allenatori per capire cosa è successo, cosa è andato storto, perché le mie gambe hanno risentito molto e credo che questo abbia complicato il match.”