Colby Covington contro Rogan: “la sua opinione è irrilevante, questa faida non è finita”

Colby Covington ha un conto in sospeso con Joe Rogan e ha intenzione di saldarlo questo sabato, dopo che avrà vinto il match contro Rafael dos Anjos e conquistato così il titolo ad interim dei pesi welter.

Joe Rogan farà parte del tavolo dei commentatori, quindi effettivamente in caso di vittoria di Covington, i due si ritroverebbero faccia a faccia per la consueta intervista post match dentro l’ottagono; ma anche in caso di sconfitta il ‘Caos’ potrebbe trovare un pretesto per inveire ulteriormente contro Rogan.

Colby Covington ancora una volta, infatti, si scaglia contro la voce storica di UFC sminuendo il suo lavoro:

“La sua boccuccia cercava di dire cose quando lui non avrebbe dovuto avere un opinione. Non sei mai stato in un ottagono, non hai alcuna esperienza nel combattimento. Solo perché fai questi piccoli tornei di tae kwan do e non riesci nemmeno a guadagnarti un primo posto, non vuol dire che che ti puoi permettere di rivolgerti al re del Caos, conosciuto anche come il nuovo re dei pesi welter dal 9 giugno. Verrà umiliato quando smetterà di aprire quella boccuccia come se la sua opinione valesse qualcosa. La sua opinione è irrilevante. Pensa di aver voce in capitolo ed è un cronista di parte. Non credo che questa faida sia finita. Ho qualcosa da dirgli e glielo dirò quando lo vedrò faccia a faccia a Chicago.”

Una faida senza senso e a senso unico in realtà, perché Joe Rogan gli aveva detto semplicemente che doveva stare attento a chi rivolgeva i propri insulti e che non gli conveniva mettersi contro un ex campione dei pesi massimi come Werdum (con la storia del boomerang).

Per quanto possa sembrare assurdo, c’è da dire anche che grazie al suo trash talking contro i brasiliani e i vari fighters del roster di UFC, Colby Covington ha avuto un notevole aumento di popolarità in breve tempo.