Colby CAOS Covington: “il money fight sono io, tutti vogliono vedere me”

Che piaccia o meno, Colby Covington ora è il campione ad interim dei pesi welter: ha combattuto per cinque riprese contro RDA vincendo per decisione unanime (49-46, 48-47, 48-47).

Tralasciando quella sua specie di “faida” con Rogan (contro il quale poi non ha inveito come invece aveva preannunciato), non ha messo freni alla sua lingua nemmeno di fronte a un’intera folla – fatta forse eccezione per qualcuno – che fischiava e gridava “Colby fa schifo”.

Adesso che ha questa cintura, chi altro poteva chiamare se non il campione Tyron Woodley? Già lo aveva provocato in passato, ma ora è sicuro che questi due si affronteranno per poter unificare la cintura in questa divisione, manca solo una data ufficiale.

Colby Covington ha più volte espresso il suo pensiero su Woddley, accusandolo di evitare il match preferendo invece la notorietà televisiva:

“Lui è finto. Fa le sue cose a Hollywood, fa dei ruoli di serie B nei film per finire nei dvd. Sta facendo di tutto tranne combattere. Ecco perché sono qui. Sto rendendo migliore questa divisione dei pesi welter. Probabilmente diventerò io il “bravo ragazzo” per il mio prossimo match perché a nessuno piace Tyron Woodley. Quello è troppo impegnato a fare gossip sulle Kardashian. Sta a Hollywood col suo programma su TMZ, perciò credo che le persone accoglieranno davvero me che renderò questa divisione migliore, come me. Io mi sono allenato migliaia di volte facendo sparring all’American Top Team. Io so come combatte, è molto prevedibile. Le persone hanno paura della sua potenza, io non sono spaventato dalla sua forza. Andrò incontro alla sua potenza. Lo prenderò in clinch e farò tutto quello che voglio fare con lui. Lo finirò entro i primi tre round, segnatevi le mie parole. Questa che ho io è la cintura indiscussa. Lui ha avuto la possibilità di combattere con me lo scorso dicembre. Gli andava bene combattere contro Nate Diaz, gli andava bene combattere contro GSP, ma non è riuscito ad avere i soldi che voleva e poi all’improvviso ha avuto bisogno di sottoporsi a un intervento alla spalla che ha fatto passare otto mesi per andare contro Demian Maia. Questa è la vera cintura, lui ha la cintura di cartone. Adesso lui sa che il money fight sono io. Io ho messo su questo incontro. E nessuno vuole vedere lui, tutti vogliono vedere me.”

Tramite twitter, Tyron Woodley ha risposto subito positivamente alla sfida lanciata, ora spetta solo a UFC fissare una data che presumibilmente sarà entro la fine dell’anno.

Colby Covington ormai ha intrapreso questa strada del trash talking che, come già detto più volte, attira notevolmente l’attenzione – sia in negativo che in positivo – riuscendo nel suo intento (maggiore notorietà, più soldi nelle tasche: ‘the notorious’ McGregor ne è un esempio) e col suo motto “make welterweight division great again” somiglia un po’ a Trump, solo meno arancione.

Ci sarà un motivo se il suo soprannome è Caos?