Muay Thai time 5: Genova vince!

Chi ci segue da qualche tempo lo sa, noi cerchiamo di essere una testata superpartes lasciando spazio a tutti e cercando di non schierarci mai, non possiamo piacere a tutti ( e nemmeno lo vogliamo)ma sicuramente ci impegnamo per far crescere il nostro sport indipendentemente da politica o altro. Sabato 1 dicembre è stata una giornata particolare che ha visto la presenza di due eventi nella stessa città entrambi con scopi dichiaratamente benefici. La nostra redazione si è divisa in 3 (c’era un importante evento anche a Lugano) e abbiamo cercato di dare copertura, per quanto ci era possibile, a tutti. Nella bella cornice del Tower Airport Hotel si è svolta la quinta edizione del galà Muay Thai Time, evento fortemente voluto ed organizzato da Luca Cuccu, Veronica Vernocchi, Francesco Mantero e Wagner Mela con lo scopo di raccogliere fondi da devolvere alle famiglie sfollate vittime del crollo del ponte Morandi e al corpo dei Vigili del Fuoco sempre in prima linea per aiutare la popolazione in difficoltà. La serata ha visto la presenza di moltissimi fighter dilettanti che hanno dato vita per tutto il pomeriggio e la prima parte della serata ad eccitanti scontri sul ring attentamente seguiti dal numeroso pubblico presente. Luca Cuccu si dichiara pienamente soddisfatto della serata avendo supperato i 750 spettatori paganti, più gli sponsor e gli addetti ai lavori presenti ci si è avvicinati alle 1000 unità presenti, cosa ottima visto che ha consentito di raccogliere ben 15000 euro interamente devoluti in beneficenza con un simbolico assegno gigante consegnato a fine serata all’Avvocato Fava per il comitato degli sfollati e all’ingegnere Filippone per i vigili del fuoco. Le precedenti edizioni si aggiravano intorno alle 3 o 400 persone quindi essere riusciti a raddoppiarle per questa occasione è stato un successo.
L’idea era quella di usare una cordata di imprenditori che coprissero le spese dell’evento in modo da poter donare in maniera integrale l’intero ammontare dell’incasso a chi di dovere. Iniziativa lodevole che ha consentito di raccogliere una grossa cifra di cui sicuramente gli enti beneficiari faranno buon uso. La card: Nonostante qualche difficoltà a seguire la card dilettanti, i combattimenti si sono svolti in maniera regolare ed hanno regalato attimi di emozione. la main card ha visto l’alternarsi di diverse discipline e l’assegnazione di ben tre titoli italiani pro di savate, la mitica boxe francese. la plurititolata Chiara Vincins del team Scaramozzino torna a competere nella boxe francese conquistando al termine delle 5 riprese e per giudizio unanime il titolo tricolore. Nonostante la vittoria sia Chiara che il suo coach hanno definito la prestazione “sottotono” probabilmente a causa della perdita di confidenza con la savate che ormai Chiara pratica di rado essendo prevalentemente impegnata con kick e muay thai.
Conquista il titolo tricolore anche il piemontese Guiderdone Christian al termine di una battaglia di 5 riprese contro il genovese Emanuele Luca anche lui meno specializzato nella disciplina rispetto ad i match cui è solito cimentarsi.
il terzo titolo della serata nella disciplina francese viene assegnato al fortissimo Tarik Totss che sconfigge il romano Leonardo Caputi con cui da vita ad uno splendido e spettacolare incontro.
Da segnalare nella kickboxing anche la bellissima vittoria dell’atleta del kombat team Alassio Dragos Zubko, abituato a scontri su palchi importanti non ha deluso le aspettative mostrando ancora una grande tecnica ed una potenza davvero impressionante contro l’avversario Gorgo Costantin Adi.
La serata è finita intorno all’una ma nonostante l’ora il pubblico non è scomparso anzi è rimasto ad assistere fino all’ultimo visto il livello dei combattimenti. Una serata di sport ad alto livello che, nonostante guerre e polemiche ha decretato ancora una volta una grande vincitrice, LA CITTA’ DI GENOVA beneficiaria della doppia beneficenza e simbolo per una sera degli sport da combattimento nella loro massima espressione.