Risultati UFC 250 – Nunes inarrivabile

Amanda Nunes ha aggiunto una nuova tacca alla parete, dopo aver massacrato Felicia Spencer e aver quindi difeso con successo il titolo femminile dei pesi piuma (prima difesa dopo aver detronizzato Chris Cyborg nel dicembre 2018).

View this post on Instagram

On the hunt. 🦁 #UFC250

A post shared by ufc (@ufc) on

La Spencer è stata coriacea, e ha resistito per tutti i cinque round, ma è semplicemente sopravvissuta ad un macello; infatti, i giudici sono stati unanimi nell’assegnare tutti i round alla brasiliana (50 – 44, 50 – 44 e 50 – 45).

Non sono sorpresa. Sapevo che fosse dura – ha detto Nunes – sapevo di cosa lei fosse capace”.

Fin dall’inizio è stato evidente che, sebbene Spencer fosse un avversario tosto, semplicemente non era al livello della “Leonessa“. Nel primo round Nunes lancia un paio di colpi potenti, che spingono la canadese a difendersi entrando in clinch, tuttavia la brasiliana riesce magistralmente a portarla a terra, consolidando la sua posizione per tutto il resto del round, e aprendo il viso di Spencer con i gomiti.

La campionessa ha poi continuato a imporre il suo gioco usando la combo jab – overhand destro, costringendo l’avversaria a indietreggiare. Quando la canadese ha provato il takedown, Nunes ha difeso e ha portato a segno un takedown a sua volta.

Il match poteva finire in qualsiasi momento decidesse la brasiliana. Nel terzo round ha tenuto il match in piedi, facendo volare il paradenti di Spencer con un overhand. Intanto i tentativi di takedown della canadese diventavano sempre più blandi. Nell’ultimo minuto, Nunes prima ha messo a segno un montante brutale, poi con dei calci bassi ha lasciato l’avversaria zoppicante.

Spencer è uscita dal quarto round con un brutto ematoma sulla fronte, ma il suo angolo l’ha mandata avanti anche per l’ultimo. La lotta si è spostata a terra, quando la campionessa ha sguinzagliato i gomiti, che hanno reso la canadese una maschera di sangue. Nell’ultimo minuto, l’arbitro (Herb Dean) ha chiamato un timeout, ma il medico ha autorizzato Spencer a finire il combattimento.

Se non altro, la tenacia della sfidante si è dimostrata di un altro mondo, come dimostrato nel quinto, quando la campionessa è avanzata colpo dopo colpo. Nunes ha cercato il KO alla fine del round e stava stringendo una rear naked choke, quando è suonata la campana finale.

View this post on Instagram

Championship heart. 💛 #UFC250

A post shared by ufc (@ufc) on

Il volto di Spencer dopo mezz’ora nella gabbia della “Leonessa

Dal 2016 Nunes è anche campionessa del titolo femminile dei pesi gallo, titolo che ha già difeso due volte, da quando ha vinto la cintura dei piuma, diventando così la prima in UFC (di entrambi i sessi) a difendere due titoli mentre li detiene entrambi. Inoltre la brasiliana vince da 11 match consecutivi, record in qualsiasi categoria di peso femminile.

Nel resto della card si sono distinti anche Cody Garbrandt, che nel co-main event è tornato alla vittoria dopo 3 anni e mezzo di digiuno, mandando KO Raphael Assuncao alla fine del 2° round con un gancio destro. Performance of the Night.

In un incontro molto importante nella divisione dei pesi gallo, Aljamain Sterling ha sottomesso Cody Sandhagen con una rear naked choke (Performance of the Night). Con la quinta vittoria consecutiva, appare ormai chiaro che Sterling si merita il match per il titolo più di chiunque altro, con tutto il bene che vogliamo a José Aldo.

Anche il 25enne – prodotto del Dana White’s Tuesday Night Contender Series – Sean O’Malley ha impressionato stanotte: al primo vero test della sua carriera ha mandato KO il veterano Eddie Wineland al termine del secondo minuto del primo round. Anche lui si è portato a casa la “Performance of the Night).