Figueiredo e Shevchenko: i signori dei pesi mosca

I due campioni dei pesi mosca, Deiveson Figueiredo e Valentina Shevcenko hanno dato spettacolo a UFC 255, tenutosi la notte scorsa al UFC Apex di Las Vegas.

Il brasiliano (20-1 MMA, 9-1 UFC) ha infatti impiegato meno di due minuti per difendere con successo il titolo di campione pesi mosca per la prima volta nel main event.

Dopo aver distrutto Joseph Benavidez per rivendicare il titolo vacante all’inizio di quest’anno, l’autoproclamatosi “Dio della guerra” si è sbrigato rapidamente di Alex Perez. All’inizio campione e sfidante hanno scambiato in piedi potenti colpi. Ma, a meno di due minuti dall’inizio del match, Figueiredo ha concluso l’incontro con una ghigliottina. Questa è dunque la sua prima vittoria da campione e la quinta consecutiva.

Con questa sconfitta, Perez ha interrotto una serie di vittorie di tre vittorie consecutive. Il messicano non era l’avversario programmato in origine per sfidare Figueiredo, che avrebbe dovuto affrontare l’ex campione dei pesi gallo Cody Garbrandt. Tuttavia, Garbrandt si era ritirato a ottobre per problemi di salute.

Invece, nel co-main event della serata, Valentina Shevchenko (19-3 MMA, 8-2 UFC) si è ancora dimostrata il miglior peso mosca in questo sport, ma Jennifer Maia le ha dato filo da torcere più del previsto. Con questa vittoria, la fighter originaria del Kirghizistan ha difeso con successo il suo titolo per la quarta volta consecutiva, arrivando a sei vittorie di fila.

La campionessa della categoria al limite delle 125 libbre era favorita 20 a 1 e, sebbene alla fine abbia vinto per decisione unanime, Maia ha rifiutato di renderle una nottata facile. Alla fine, il migliore striking di Shevchenko e un grappling sorprendentemente consistente le hanno permesso di superare Maia su tutti e tre i cartellini, che hanno assegnato tre 49-46 per la campionessa in carica.

All’inizio della ripresa iniziale, Shevchenko ha spostato la lotta a terra. È rimasta sopra a Maia per il resto del round, ma non è mai stata in grado di produrre alcuna minaccia significativa. Nel secondo round, Maia ha messo la campionessa contro la gabbia. Da lì, ha portato Shevchenko a terra e ha sferrato alcuni pugni. Maia ha guidato il round da posizione dominante, vincendo sorprendentemente questa ripresa.

Shevchenko ha riposizionato l’ago della bilancia verso di sé nella terza ripresa. Dopo aver scambiato in piedi, Shevchenko ha portato Maia a terra ed è rimasta sopra di lei. Solo alla fine del round Maia è tornata in piedi. La quarta ripresa è stata più o meno uguale: Shevchenko ha ammorbidito Maia in piedi prima di riportarla a terra. Da lì, la kirghisa si è fatta strada fino alla mezza guardia per poi portare ground and pound. Nell’ultimo round, Shevchenko ha messo a segno alcuni colpi efficienti che hanno sorpreso Maia e i suoi tentativi di takedown.

Jennifer Maia, ex campionessa Invicta FC, si ritrova sconfitta, avendo perso due delle sue ultime tre uscite.

Quali sono le prospettive per i campioni?

In modo inaspettato, parlando ai microfoni di UFC subito dopo la vittoria, Deiveson Figueiredo ha sfidato Brandon Moreno. Dana White stesso ha detto che cercherà di programmare questo incontro per UFC 256 del 12 dicembre. Moreno (18-5-1 MMA, 6-2-1 UFC) è un altro peso mosca uscito vincitore da UFC 255, con un TKO contro Brandon Royval.

Invece, per Shevcenko le alternative possibili sembrano essere tre: un’altra difesa del titolo dei pesi mosca contro Jessica Andrade, ex campionessa dei pesi paglia, oppure contro l’emergente Lauren Murphy, che gode di una striscia di quattro vittorie consecutive, oppure ancora la chiusura della trilogia contro Amanda Nunes, campionessa dei pesi piuma e gallo (da cui è stata già sconfitta due volte per decisione).