Il “Bravo Ragazzo” Gane rimane imbattuto contro Volkov

Ieri sera UFC è andata in onda ad un orario piuttosto favorevole per i fan europei, visto il main event fra il francese Ciryl Gane e il russo Alexander Volkov. Intorno all’una e mezza italiane, Ciryl “Bon Gamin” Gane ha terminato una delle sue performance più complete da quando è in UFC, sconfiggendo per decisione unanime Alex “Drago” Volkov.

Gane (9-0 MMA, 6-0 UFC) ha deciso il ritmo di gran parte dell’incontro, per arrivare alla vittoria contro l’ex campione Bellator dei pesi massimi Volkov (33-9 MMA, 7-3 UFC). Gane ha raccolto un paio di 50-45 e un 49-46. Ha concluso il match mettendo a segno il terzo maggior numero di colpi significativi in un combattimento dei pesi massimi nella storia di UFC.

La miglior arma di Volkov risiedeva nei calci alle gambe. Tuttavia, molte volte arrivavano in rimessa e non sembravano mai togliere al francese la capacità di controllare il ritmo e la distanza contro un avversario più alto di una decina di centimetri.

Nel primo round Gane sembrava veloce nei suoi primi colpi, era davvero leggero sui piedi. Dopo un minuto il russo si è fatto avanti ed è andato a segno, ma Gane non si è fatto sorprendere ed è tornato ai calci bassi. Volkov ha risposto con i suoi calci, ma a metà del round il francese ha portato un calcio frontale che si è intrufolato nella guardia di Volkov. Appena passati i primi tre minuti, Gane ha cercato il takedown, senza però ottenerlo. A trenta secondi dalla fine, dopo aver scambiato diversi calci, Bon Gamin ha messo a segno un gran sinistro che ha fatto balzare la testa di Volkov all’indietro, facendo seguire il tutto da una combinazione.

Nella seconda ripresa Gane ha spinto contro l’avversario per quasi tutto il tempo. Il francese per lo più è rimasto alla larga dalle offese più importanti di Volkov, poi è tornato subito in avanti. A 75 secondi dalla fine del round, Volkov ha ottenuto forse la sua migliore combinazione del match. Tuttavia, Gane è tornato subito in campo, diventando leggermente più aggressivo con 45 secondi dalla fine, ma non abbastanza da mettere nei guai Volkov.

Nella ripresa centrale Gane continuava a tenersi impegnato con i pugni, mentre Volkov attaccava con calci alle gambe. Questi, sebbene arrivassero a segno piuttosto frequentemente, non sembravano ostacolare molto il francese. A metà del round, Gane ha iniziato ad aumentare il ritmo e ha aggiunto una ginocchiata saltata al suo attacco. La faccia di Volkov è uscita piuttosto insanguinata alla fine del round, per gentile concessione dei ripetuti colpi di Gane.

Nella quarta ripresa Volkov ha messo a segno alcuni pugni che sembravano essere la sua migliore offesa con le mani fino a quel momento. Pochi istanti dopo, Gane ha tentato brevemente un takedown, senza successo. Il russo ha cercato di tenersi sempre vicino all’avversario, ma non abbastanza da mettere Gane seriamente nei guai.

Il round conclusivo è stato caratterizzato da una ditata accidentale nell’occhio di Volkov da parte del francese. Volkov ha avuto bisogno di un paio di minuti per riprendersi e Gane ha ricevuto un warning a 40 secondi dal clacson finale, dopo il quale è arrivato il verdetto dei giudici.

Con questa vittoria Gane è rimasto imbattuto, estendendo a sei la sua striscia di vittorie consecutive in UFC. Invece Volkov, dopo i knockout consecutivi ai danni di Walt Harris e Alistair Overeem, si ritrova alla prima sconfitta da un anno a questa parte.