Ciryl Gane annienta Derrick Lewis, diventa campione ad interim

Affrontare il beniamino del pubblico in casa sua, in un main event, nel primo match titolato in carriera, non è certamente un compito facile. Ciryl “Bon Gamin” Gane lo ha fatto sembrare tale, a 3 (tre!) anni dal suo debutto da pro.

Il francese Gane (10-0 MMA, 7-0 UFC) ha sconfitto “The Black Beast“, Derrick Lewis, per TKO al terzo round nel main event di UFC 265. La performance è stata in gran parte senza brividi, anche se dopo l’incontro Gane ha rivelato che non stava combattendo al 100%, a causa della visuale compromessa da una ditata nell’occhio da paret dell’avversario.

Nella prima ripresa, Gane ha combattuto dalla distanza. Non era scoraggiato dai fischi che gli venivano rivolti dal pubblico. Lewis (25-8 MMA, 16-6 UFC) è rimasto all’esterno e ha subito tutti i colpi inferti da Gane. Di tanto in tanto, Lewis è esploso quando il francese cambiava ritmo, ma in questa prima frazione “The Black Beast” è stato in grado di atterrare un solo colpo significativo.

Nel secondo round la storia è stata più o meno la stessa, fino a quando Gane ha afferrato e costretto l’avversario contro la recinzione. Dopo svariati colpi di ginocchio alla coscia, i due si sono separati, tornando ai ritmi precedenti.

Nella terza ripresa, i calci alle gambe hanno messo a dura prova Lewis, che è rimasto attivo solo in risposta e quasi sempre fermo sulle gambe. Mentre i colpi alle gambe si accumulavano, l’americano è diventato sempre meno mobile. L’offensiva di Gane è cresciuta quando ha percepito che l’avversario era ferito. Sebbene Lewis sia sopravvissuto a diverse raffiche di attacchi violenti, era ormai solo questione di tempo.

Dopo una breve interruzione comandata dall’arbitro Dan Miragliotta per permettere a Lewis di indossare il paradenti che aveva perso in una di queste raffiche, Gane ha letteralmente assediato “The Black Beast“. Quest’ultimo si è girato di spalle per coprirsi, lasciandosi poi cadere sulla tela. Il francese gli si è avventato sopra, colpendolo con pugni a martello fino allo stop dell’arbitro.

Credit: Troy Taormina-USA TODAY Sports

Con questo successo, Gane mantiene intatto il suo record imbattuto. Il peso massimo francese ha fatto il suo debutto professionale nelle MMA nell’agosto 2018. Ha firmato con UFC con un record di 3-0, sconfiggendo poi Alexander Volkov, Jairzinho Rozenstruik e Junior Dos Santos, tra gli altri, prima della sua chance per il titolo ad interim.
Per unificare i titoli, Gane dovrà sconfiggere il detentore del titolo indiscusso in carica Francis Ngannou, che è stato uno dei suoi principali compagni di allenamento, prima che si trasferisse negli Stati Uniti.

Per quanto riguarda Lewis, la sconfitta interrompe una serie di quattro vittorie consecutive. UFC 265 ha segnato la sua prima sconfitta dopo quella subita per KO tecnico contro Junior Dos Santos nel marzo 2019. Questa è stata la seconda opportunità per il titolo per Lewis. Nella prima era stato sconfitto per sottomissione da Daniel Cormier a UFC 230 nel novembre 2018.